di


Milano, a Natale 85 milioni spesi in gioielleria

Milano, spesi 85 milioni nell’acquisto di gioielli: è quanto emerso da una ricerca realizzata dalla Camera di Commercio di Milano sulla vendita di preziosi nel capoluogo lombardo e nella sua provincia. Anelli (45,1%) e collane (13,7%) gli articoli più venduti nei 757 negozi specializzati presenti nell’area.

Il Natale si conferma così il momento più atteso per gli affari dei gioiellieri, raccogliendo il 30% del fatturato dell’intero anno. Per quanto riguarda Milano e provincia, che insieme ospitano oltre 1200 aziende nel solo commercio al dettaglio e all’ingrosso, l’export segna 361 milioni nei primi 9 mesi dell’anno (l’11,2% del dato nazionale). È il dato che emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese e dati Istat e da un sondaggio realizzato a Febbraio 2010 tra 50 orefici e gioiellieri di Milano e provincia.

Se il commercio di gioielli si conferma un must delle festività di fine anno, la crescita nell’acquisto di preziosi impone anche un maggiore controllo sui prodotti. È il servizio che offre Cisgem, società partecipata della Camera di Commercio, che esegue stime e perizie sui preziosi. “Cisgem svolge da oltre 40 anni un’importante funzione di controllo della qualità dei materiali gemmologici e dei metalli preziosi – ha dichiarato il suo presidente Dario Migliavacca Bossi (nella foto, a sinistra) – il laboratorio è dotato di tecnologie avanzate, che insieme all’esperienza dei propri analisti, permettono di distinguere tutti i materiali in commercio e individuarne anche le più recenti sintesi e sofisticazioni”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *