di


Michela Vallotto, l’imperfezione è un punto d’arrivo

Artigiana viscerale, ama definirsi alchimista della materia, trattata principalmente con microfusione a cera persa

Michela Vallotto owner My Zizi Jewels

Le sue creazioni sono intenzionalmente imperfette, si direbbe addirittura (volutamente) inconcluse, per poter entrare in simbiosi con la sensibilità di chi indosserà il gioiello, a cui spetterà definirlo o concluderlo concettualmente. Uno scambio d’anime. Michela Vallotto, ideatrice del marchio My ZiZi Jewels, artigiana viscerale, nell’ottone e bronzo dei suoi manufatti, scanditi in pezzi unici o proposti come capsule collection in edizione limitata, ci mette la sua di anima.

Le è sempre chiaro il punto di partenza, mai quello finale, ama definirsi alchimista della materia, trattata principalmente con microfusione a cera persa in costruzioni minimal; è materica, passionale, cattura a volo pensieri ed emozioni, poi prova a reinpretarli in ciò a cui mette mano mescolando “...ingegno, esperienza, creatività e passione”.

Ed infatti, indagando i suoi anelli, o le sue collane o ogni altra sua realizzazione, non si può dare per certo che alla base vi sia un progetto di partenza chiaro e definito.

Volumi e geometrie sono determinati seduta stante, tutto ciò che viene plasmato dalle mani della designer non deve necessitare di ulteriori aggiunte o varianti, o ripensamenti, pena la riduzione di quell’imperfezione che invece rimane pregio.

www.myzizijewels.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *