di


Meeting dei presidenti delle Borse Diamanti, Fiera Vicenza in prima fila

Il presidente della Spa veneta ha incontrato il Primo Ministro d’Israele Benjamin Netanyahu all’incontro biennale della Federazione mondiale Borse diamanti

Fdv_Benjamin Netanyahu_Corrado Facco_Matteo Marzotto

(Da sinistra: il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu; il direttore generale di Fiera di Vicenza Corrado Facco e il presidente Matteo Marzotto)

Era l’unica organizzazione fieristica invitata al meeting biennale dei Presidenti della Federazione Mondiale Borse Diamanti: presente all’evento internazionale Fiera di Vicenza, rappresentata dal presidente Matteo Marzotto e dal Direttore Generale Corrado Facco, che ieri, nella giornata di chiusura, hanno incontrato a Gerusalemme il Primo Ministro d’Israele Benjamin Netanyahu. Il Meeting, in programma dal 14 al 16 giugno, è stato ospitato dall’Israel Diamond Exchange (IDE) e dall’Israel Diamond Manufactures Association, in collaborazione con l’International Diamond Manufactures Association (IDMA).

Fiera di Vicenza ha preso parte all’evento nell’ambito di un gruppo esclusivo di interlocutori tra cui organizzazioni governative e non-governative, i principali produttori di diamanti grezzi, tra cui De Beers e Alrosa, banche e Istituzioni che offrono servizi fondamentali al settore. “Siamo molto onorati di essere stati invitati a questo importante Meeting dei Presidenti, dove si definiscono le strategie del comparto dei prossimi anni – ha detto Matteo Marzotto -, segno che Fiera di Vicenza è considerata un interlocutore di livello internazionale anche per il mondo dei diamanti, oltre che per il settore orafo-gioielliero. Si tratta di un mondo complesso e in continua evoluzione, che la nostra Società affronta sia per auspicabili ulteriori sinergie promozionali congiunte, sia per la diffusione dei valori e delle pratiche della Corporate Social Responsibility. Partecipare a questo appuntamento ci ha offerto l’occasione di interagire con i più autorevoli esponenti mondiali e trarre importanti spunti per continuare a lavorare con determinazione anche nel segmento delle gemme preziose, come già facciamo, e ovviamente nella filiera dei diamanti”.

L’evento ha messo allo stesso tavolo i leader delle 30 borse diamanti associati al WFDB, tra le quali le quattro più rilevantiNew York, Anversa, Mumbai e Tel Aviv – e i 16 membri di IDMA hanno discusso sulle politiche condivise, sui cambiamenti e sulle questioni più attuali nel mercato dei diamanti e del gioiello a livello globale.

 (Meeting biennale dei presidenti della Federazione mondiale delle Borse diamanti: la delegazione alla quale hanno partecipato i vertici di Fiera di Vicenza)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *