di


Mattioli e Marchetti Cavalieri del lavoro, domani la cerimonia

Al Quirinale l’amministratore dell’azienda orafa Mattioli Spa e il fondatore del gruppo Yoox Net A Porter riceveranno l’onorificenza dal presidente Mattarella

Cavalieri del lavoro_4SG_2181-min
Un’immagine della cerimonia in Quirinale dello scorso anno

Domani, giovedì 30 novembre, si terrà al Quirinale la cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine “Al Merito del Lavoro” ai 25 nuovi Cavalieri nominati dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Tra i nomi annunciati a giugno, anche quello di Licia Mattioli, Amministratore Delegato della torinese Mattioli Spa, specializzata nella creazione e lavorazione di alta gioielleria e oreficeria.

Cavalieri del lavoro_Mattioli-min
Licia Mattioli

Nel 1995 acquisisce l’Antica Ditta Marchisio Spa, storica azienda del settore orafo in ambito nazionale che successivamente cede al gruppo Richemont. Dallo spin-off dell’Antica Ditta Marchisio nasce nel 2013 la Mattioli Spa, divisa tra produzione per grandi marchi e produzione con il proprio brand; la società esporta il 90% della produzione ed è presente nel mondo con 300 punti vendita. Licia Mattioli è molto attiva anche nel campo associativo: è stata presidente di Confindustria Federorafi e oggi è vicepresidente di Confindustria con delega all’internazionalizzazione, oltre a essere membro del Cda dell’Agenzia Ice.

Cavalieri del lavoro_Marchetti-min
Federico Marchetti

Tra i nomi annunciati a giugno, e che domani riceveranno l’onorificenza alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, figura anche – sempre per il settore del lusso – Federico Marchetti, fondatore e amministratore delegato del Gruppo Yoox Net a Porter Spa, e-commerce del settore moda e lusso. L’azienda, che occupa 4.128 dipendenti, è partner globale di Internet retail per i principali brand della moda e del design attraverso gli on line store “Yoox.com”, “Thecorner.com”, “Shoescribe.com”. Il gruppo opera attraverso centri logistici specializzati in Europa, Stati Uniti, Cina, 8 centri customer care, un’operatività in 11 lingue e 10 valute diverse. È presente in 180 paesi con un export del 93% ed è anche impegnata in progetti e iniziative di sostentamento ambientale e umanitario.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *