di


Marcello Manna, la nuova frontiera dei diamanti colorati

A Vicenzaoro January sarà presentata una collezione di diamanti naturali pensati per il mercato europeo: le quotazioni sempre in crescita li rendono ideali a fini di investimento

Marcello Manna_Diamanti

Le richieste al dettaglio per questi rarissimi diamanti naturali (gialli, rosa, blu, arancio…) aumentano ogni anno sempre di più e da fenomeno di estrema nicchia si stanno diffondendo come nuovo status-symbol tra i nuovi ricchi, ecco perché nella prossima edizione di VicenzaOro (Hall 3 stand 185) proporrò ancora una collezione magnifica di diamanti naturali colorati caratterizzati sempre dall’ottimo rapporto qualità-prezzo adatto al mercato europeo (nella foto un rarissimo diamante colorato blu ct. 2,39 taglio brillante rotondo passato sulla scrivania del mio ufficio ad Anversa).

Per i diamanti naturali colorati non esiste un listino ufficiale di riferimento, ma secondo il “Fancy Colored Research Foundation” lo scorso anno le quotazioni in dollari delle colorazioni nei toni del giallo sono aumentate in media del 5%, mentre nelle colorazioni blu e rosa sono aumentate rispettivamente in media del 10% e 20%, in netta controtendenza rispetto a quelli incolore più conosciuti dal mercato che – tra le categorie meno richieste del mercato – vede quotazioni in dollari in ribasso. In secondo luogo, il desiderio dei consumatori molto ricchi di possedere pietre uniche ed insolite può essere soddisfatto solo da questo genere di diamanti. La crescita del mercato dei diamanti colorati non è omogenea geograficamente, e vede una netta prevalenza della domanda negli Stati Uniti e nei paesi emergenti.

Un altro pilastro della domanda per i diamanti colorati è l’acquisto ai fini speculativi. Se fino a qualche anno fa si riteneva che alcune categorie fossero più adatte a svolgere la funzione di bene rifugio, oggi si registra un vero boom nell’acquisto di diamanti colorati come scommessa vincente per il futuro. Oggi sono sempre di più i super ricchi che si esercitano ad acquistare e speculare su oggetti rari ed unici come le opere d’arte ed i diamanti colorati che, nelle aste di gioielli degli ultimi anni, rappresentano sempre il colpo di scena finale che rende sempre molto felici le tasche dei venditori e le casse delle case d’asta.

A dispetto delle continue voci sull’economia cinese in rallentamento, l’ultimo episodio balzato agli onori delle cronache ha riguardato il Blue Moon, un diamante blu di ct. 12,03 battuto all’asta a novembre a Ginevra per la cifra record di 48,4 milioni di dollari. Ad aggiudicarselo è stato un magnate cinese che ha comprato la gemma per sua figlia di 7 anni Josephine ribattezzandolo appunto “Blue Moon di Josephine” dopo che qualche giorno prima aveva acquistato per oltre 30 milioni di dollari un diamante rosa da ct. 16,08 chiamato ovviamente “Sweet Josephine”.

www.marcellomanna.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *