di


Maggio, per il gioiello è tempo di vernissage

Al Museo diocesano di Gubbio Andrea Cagnetti in arte Akelo, a Torino capolavori di oreficeria portoghese e a Bra, in Piemonte, ciclo di incontri sui monili antichi

Akelo, Dreaming 2008

Con l’arrivo della bella stagione si moltiplicano gli eventi alla scoperta del mondo creativo del gioiello, c0n mostre e appuntamenti che oltre a far conoscere monili d’autore consentono di esplorare luoghi unici del patrimonio culturale e architettonico italiano. Mentre a Firenze va in scena “Gioielli d’artista”, al Museo Diocesano di Gubbio è stata inaugurata la personale di Andrea Cagnetti in arte Akelo. La mostra “Ante Materiam” cala il visitatore in una rarefatta dimensione cosmica: dalla materia si distaccano minuscole particelle che danno vita a realtà sempre più complesse.

L’artista prima “contempla” i movimenti all’apparenza incongruenti della materia, per poi imprimere loro nuove direzioni. Ed ecco le particelle dare forma e spessore alle sculture di Akelo: le sue ultime creazioni – Dreaming, Anelito e Ultimo respiro – sono destinate a popolare un nuovo orizzonte creativo. La mostra curata da Catia Monacelli ed Elisa Polidori del Polo Museale Diocesano, sarà visitabile dal giovedì alla domenica dalle 10.30 alle 17.00 fino alla fine di giugno.

In mostra a Torino "Tesori dal Portogallo": crocifisso con Calvario, Cylon, Kotte, fine secolo XVII

Parlano portoghese i “tesori” che saranno in mostra a Palazzo Madama a Torino da mercoledì 7 maggio al 28 settembre. “Architetture immaginarie dal Medioevo al Barocco”  è l’esposizione che, tra le 120 opere, include anche oggetti di oreficeria provenienti da musei, chiese, palazzi e raccolte private portoghesi.

La mostra fa parte di un progetto di scambio di esperienze e di patrimoni. È infatti frutto di un partenariato con il Museu Nacional de Arte Antiga di Lisbona, che ospiterà, dal 17 maggio al 28 settembre, la mostra “Re e mecenati. Le arti alla corte dei Savoia: Torino, 1730 – 1750”, realizzata da Palazzo Madama in collaborazione con la Soprintendenza Regionale del Piemonte. Il percorso si articola in sette sezioni e si apre gettando un ponte attraverso i secoli che vanno dall’antichità classica ai nostri giorni.

La dimensione fantastica della sperimentazione architettonica nelle arti minori è esplorata nella terza sezione (sezione 3. La microarchitettura), che illustra per quali vie oggetti di piccole dimensioni mantengano intatto il vocabolario compositivo dei grandi edifici, adattandolo alla diversa natura dei materiali preziosi. Croci, ostensori, reliquiari e pagine miniate ostentano la dignità architettonica di monumenti in miniatura, rivestendosi di guizzanti pinnacoli, di volute, di nicchie traforate o abitate da minuscole statue. L’esposizione è aperta dal martedì alla domenica negli orari del museo (martedì sabato 10-18 e domenica 10-19).

Uno dei pezzi in esposizione a Torino nella mostra "Tesori dal Portogallo": catena con tre reliquiari, seconda metà XV secolo

Monili antichi e preziosi saranno invece protagonisti al museo di arte e archeologia di Palazzo Traversa di Bra, provincia di Cuneo. Giovedì 8 maggio, alle ore 21, il museo di via Parpera ospiterà la conferenza ad ingresso libero “Di gioiello in gioiello attraverso i secoli”, durante la quale l’archeologo Piero Borgarelli illustrerà ornamenti del passato focalizzando l’attenzione sul variare del gusto, sull’evoluzione delle tecniche. Il seminario sarà seguito da una dimostrazione in diretta di lavorazione ad opera dei maestri orafi Feny Lauria e Beppe Dellavalle del laboratorio “Arte oro”.

Domenica 11 maggio, alle 15, la “Bottega del gioielliere romano” si trasferirà nuovamente a Palazzo Traversa, con un laboratorio inserito negli appuntamenti delle “Famiglie al museo” in cui grandi e piccini potranno cimentarsi – con l’aiuto di un archeologo – nella realizzazione di un proprio monile. Per partecipare al laboratorio, della durata di circa tre ore, è necessario prenotarsi telefonicamente al numero 0172.423880. Entrambi gli appuntamenti sono inseriti nell’ambito della programmazione del Sistema Museale Urbano del Comune di Bra, con il sostegno della Compagnia San Paolo di Torino.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *