di


Macef, sempre più ricca l’area Bijoux. Da domani a domenica le proposte di oltre 500 aziende

In quattro padiglioni oro, accessori, argento e pietre. Il premio The Best of Bijoux alla sua decima edizione

Torna il Macef e con l’International Home Show di Milano torna anche Bijoux, l’area dedicata all’accessorio e alla persona che negli ultimi anni ha riscosso un sempre maggiore successo tanto da assumere una connotazione sempre più definita e precisa. La 93esima edizione del Macef apre i battenti domani 6 settembre e racconta una storia orientata al futuro: parole d’ordine saranno rinnovamento, formazione, sperimentazione e “made in Italy”. Si rinnova anche la logica espositiva della manifestazione con la creazione della “Via Maestra”, un percorso che si snoda attraverso alcuni padiglioni evidenziandone i punti focali.

Da domani a domenica un osservatorio privilegiato sul comparto dell’home design e della persona. Alle quattro aree tradizionali di riferimento – Arredo&Decorazione, Tavola&Cucina, Regalo, Argenti – si affianca ancora una volta Bijoux, un salone sempre più ricco e interessante. Protagoniste non tanto le produzioni seriali quanto i migliori esiti della creatività, da parte di singoli designer o volenterose aziende. Un approccio che richiama, a distanza di secoli, il genio dei primi artigiani in grado di dare vita a prodotti di assoluta bellezza.Bigiotteria, oro e accessori moda si mettono in mostra nei padiglioni 9, 11,13 e15 dove 525 espositori offrono una vasta e varia offerta merceologica: dalla bigiotteria fantasia all’argento classico, dagli accessori moda alla gioielleria di design, dai componenti, ai semilavorati, alle pietre fino alle creazioni etniche.

Attesissimo l’appuntamento con The Best of Bijoux, il concorso promosso da Macef e Preziosa magazine che premia quattro aziende espositrici: quest’anno, le categorie in gara sono New Gothic (miglior bijoux/accessorio moda di ispirazione gotica. Spade, teschi e immagini sacre. Il sapore è androgino, nero prima di tutto, ma anche toni cupi e misteriosi. Atmosfere fiabesche, accenni punk, sacralità e simbolismi); La donna Guerriero (miglior bijoux/accessorio moda dal sapore militar-chic. Borchie, cuoio, frange. Colori mimetici. Materiali invecchiati. Medaglie, monete, catene); The Golden Age (miglior bijoux/accessorio moda dal sapore barocco. Oro, opulenza, lusso. Gioielli importanti. Pietre e lavorazioni elaborate. L’aspetto è teatrale, cinematografico) e Tailor Bags (miglior accessorio moda che rappresenti l’alta artigianalità. Decorazioni ricercate, tailoring, estrema cura per il dettaglio).

Importanti le novità legate a questa edizione: le aree tematiche sono suddivise per stile e genere e consentono al visitatore una chiara visione d’insieme e un percorso alternativo tra le diverse merceologie presenti in manifestazione. Un percorso ben preciso che, a partire dalla Via Maestra, si snoda attraverso le aree del gioiello, del bijoux e dell’accessorio moda, creando un cammino di visita ben delineato, con l’obiettivo di mettere in risalto le caratteristiche dei prodotti e le tematiche dei diversi settori.
Macro-suddivisione tra l’area Collezioni (pad 9-11), dedicata alla presentazione delle novità di stagione e delle nuove linee, e l’area Cash & Carry (pad 13-15), dove è possibile , sempre solo per gli operatori in mostra, acquistare direttamente, con consegna immediata, su minimo d’ordine.

Nel centro delle aree uno spazio dedicato alle tendenze, un’esposizione di forte impatto, ideata dai due stilisti Tini Bagattini e Rita Spaggiari e coordinata dall’architetto Valeria Randazzo, in cui è possibile percepire trend e tendenze della prossima stagione. Per questa edizione l’allestimento, dal titolo “Racconti di seduzione”(pad. 11- G01), dà vita a una città immaginaria. Macro teli stampati – con fotografie e messaggi – ricreeranno diverse atmosfere per dar spazio alle principali tendenze del prossimo inverno; un revival degli anni ‘50 fatto di seduzione e bon ton. Per poi proseguire in un mondo sacrale, scuro, misterioso e ricco di simboli; uno stile new gotico, in cui le paure convivono con speranze e credenze mistiche. Un cammino tra folle impalpabili che vivono ogni momento della giornata, passando dal bijoux da giorno al gioiello importante per la sera. Sei sembrano le tendenze più evidenti per l’inverno 2012-2013: Angeli e demoni; Alta società; The golden age; Vacanze romane; E dio creò la donna e Lolita.

Riconfermata l’avventura del Designer Club (pad. 11), dove la creatività regna sovrana e i giovani designer italiani e internazionali trovano palcoscenico per le loro realizzazioni. Particolarmente attenti alla ricercatezza dei materiali, alle innovazioni di stile e manifattura, alle piccole e grandi rivoluzioni permesse dagli odierni metodi di produzione, quaranta creativi mettono in mostra bijoux e gioielleria davvero unici. Previsti anche percorsi di aggiornamento sul rapporto tra punto vendita e consumatore: in calendario nei giorni di mostra un ricco programma di incontri e workshop realizzati in collaborazione con importanti Partner.

Grande l’attenzione di fieramilano verso le nuove tecologie: siti sempre aggiornati, spazi web dedicati agli espositori, presenza consolidata sui principali social network e quest’anno con Macef Channel la manifestazione porta l’evento in tempo reale sui canali web e social con video ad hoc curati da giovani creativi dell’Università IULM di Milano, coordinati dallo Studio Pro Design. Confermata la terza edizione di Macef Flash, il concorso fotografico di Macef che premia le migliori fotografie scattate dal pubblico in visita tra i padiglioni di Macef Settembre 2012.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *