di


LVHM rilancia l’offerta per Tiffany & Co., sempre più prezioso sul mercato

La label americana avrebbe accettato di aprire i suoi libri contabili ma ciò non garantirebbe il raggiungeranno di un accordo

Nella sua strategia di internazionalizzazione, Bernard Arnault, presidente e Ceo della holding LVHM, è sempre più determinato al controllo di Tiffany & Co. per accrescersi nel segmento dei gioielli, uno dei settori a più forte incremento sul mercato del lusso grazie anche al potere d’acquisto tra le giovani generazioni, e rafforzarsi sul mercato americano. Le compravendite di grandi nomi negli ultimi tempi sono all’ordine del giorno con fari ancora puntati sulla trattativa in corso tra il colosso del lusso francese e la label newyorkese, ora sotto la guida di Alessandro Bogoglio. La precedente proposta di 14,5 miliardi, probabilmente la più consistente di LVHM, è stata respinta dal gioielliere americano, che in Borsa vale 11 miliardi di dollari, ed ecco arrivare puntuale il rilancio che vede sul piatto una nuova offerta di circa 130 dollari per azione, un miliardo in più che porta Tiffany ad una valorizzazione di quasi 16 miliardi di dollari. (fonte Corriere della Sera). Intanto a Wall Street, il titolo Tiffany lievita arrivando a guadagnare fino al 3,7%.

Il Messaggero riporta che, secondo alcune fonti, la società di gioielleria avrebbe accettato di aprire i suoi libri contabili, anche se questa nuova proposta non garantisce che i due gruppi raggiungeranno un accordo.

www.tiffany.com

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dinacci 1280×90