di


Lusso e web, il futuro dell’e-commerce è il multibrand

Attesa una forte crescita del commercio digitale, in previsione nel 2018 a +17%: un’indagine di McKinsey prevede un boom degli store virtuali di moda e accessori

Fendi eboutique

Fendi lancia la sua prima boutique digitale in Europa – interamente gestita dalla maison romana (nella foto, la home page del nuovo sito) – seguita entro fine anno da Usa e Giappone: in vendita sul sito anche capsule collection appositamente disegnate e non disponibili sul canale tradizionale. Chanel supera la tradizione e annuncia il suo ingresso nel mondo 2.0: debutto per l’e-commerce del marchio in calendario nel 2016. Il futuro sembra essere segnato per il mondo del lusso ed è nel web.

A pochi giorni dalla fusione tra Yoox.com e Net-a-Porter, assumono un significato particolare i dati diffusi da McKinsey sull’e-commerce nel segmento moda e accessori di lusso, previsto in crescita, per il 2018, del 17%.

In particolare, a concentrare l’attenzione degli analisti sono gli e-commerce multimarca, nonostante fino ad ora le vendite di articoli di lusso sul web rappresentino una frazione piccola del mercato complessivo. Secondo lo studio della società americana, le vendite online di moda femminile di lusso dovrebbero crescere nei prossimi anni, passando dall’attuale 3 al 17% nel 2018, per raggiungere gli 11-12 miliardi di euro.

A guidare la crescita, non solo Cina, dove pure è  attesa una crescita del 70%: anche nei paesi occidentali è prevista un’accelerazione. Dal 2015 al 2018, infatti, l’incremento annuo dovrebbe raggiungere il 17% negli Stati Uniti, il 18% nel Regno Unito, il 12% in Germania.

E l’Italia, a che punto è? Il Paese non sembra voler restare indietro. Secondo il 12esimo Rapporto sulla comunicazione del Censis sono 15 milioni gli italiani che fanno acquisti sul web. Per il 37% il motivo è il risparmio, per il 32,8% è più comodo. Ma solo il 10% si fida pienamente dei pagamenti online, il 65% si mette al riparo da eventuali rischi usando una carta pre-pagata.

A fare acquisti sul web è ormai il 43,5% degli utenti italiani di internet. Per il 12,8% conta l’efficacia dei marketplace sul web rispetto agli esercizi commerciali tradizionali, perché qui c’è più scelta, si possono trovare più informazioni sui prodotti e servizi, si possono fare confronti tra modelli diversi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *