di


Lusso e consumi, 2012 meglio del previsto: attesi 200 miliardi. Bene gioielli e orologi

Presentato a Milano l’aggiornamento primaverile dell’Osservatorio Altagamma. Cina e accessori trainano il comparto

Nel 2012 attesa una soglia record di 200 miliardi di euro in beni di lusso. Arriva come di consueto a maggio l’aggiornamento dell’Osservatorio Altagamma sull’andamento dei mercati mondiali: l’anno in corso si conferma così in crescita, anche grazie al ruolo trainante della Cina con un tasso del +18-22 per cento sul 2011. Quanto ai prodotti, la categoria che ha registrato migliori performance è quella degli accessori.

Presentati nei giorni scorsi a Milano, presso il Museo della Scienza e della Tecnologia, da parte di Claudia D’Arpizio, partner di Bain&Co., e del Consensus Altagamma (elaborato da Armando Branchini, Segretario Generale di Fondazione Altagamma con il contributo dei maggiori analisti internazionali specializzati),  i risultati ‘primaverili’ del Monitor dell’Osservatorio mostrano un trend positivo per i mercati di tutto il mondo, fatta eccezione per Italia e Giappone.

I consumi 2011 (+10 per cento sull’anno precedente) si sono attestati su un valore di 191 miliardi, confermato dagli ultimi bilanci delle imprese, ma sono destinati a crescere: per il 2012 le previsioni sono positive, con una crescita stimata intorno al 6-7 per cento  a tassi di cambio costanti, attraverso la quale il mercato dell’alto di gamma supererà la cifra record di 200 miliardi di Euro.

Dall’incontro milanese e dall’analisi dei dati è emerso che la tradizionale distinzione tra mercati maturi ed emergenti non è più valida per analizzare l’andamento dei consumi nelle diverse aree geografiche: i primi presentano performance dicotomiche, con i consumi locali di Italia, Spagna e Giappone in sofferenza, mentre il resto d’Europa, grazie ai flussi turistici e al peso crescente dei Paesi dell’Est, e gli Stati Uniti si dimostrano in buona salute.

Oltre alla Cina, motore della crescita, anche il risultato dell’India dà finalmente soddisfazione, mostrando una accelerazione della crescita (+15-20 per cento), guidata soprattutto dal crescente numero di aperture nel Paese. Gli occhi degli analisti, comunque, sono puntati anche su Sud Africa, l’Asia centrale e i mercati minori del sud-est asiatico (con Indonesia in testa), nonché l’America Latina per cui è prevista una crescita 2012 del 14 per cento.

Buona notizia per il settore orafo: gli accessori si confermano la categoria vincente, sia per la parte del cosiddetto Hard Luxury (gioielli e orologi), sia per pelletteria e calzature. Nell’alto di gamma i consumi appaiono sempre più polarizzati: a partire dal 2000, il lusso assoluto, il segmento più alto, ha performato meglio del mercato, con un trend di crescita che nel 2012 si dovrebbe attestare intorno al 7-9 per cento.

L’aggiornamento del Consensus Altagamma per il 2012 conferma pienamente le previsioni di ottobre 2011, con un margine operativo lordo (EBITDA) in crescita del 10 per cento, aumento che interesserà tutte le categorie di prodotto.

Ancora una volta si conferma la tenuta del nostro settore, pur in un momento così difficile per l’economia e per la società italiana – ha dichiarato Santo Versace, presidente di Fondazione Altagamma -. Le imprese italiane hanno un ruolo da protagonisti, riescono ad imporsi con la qualità dei prodotti e con modelli di business innovativi e vincenti. L’obiettivo più importante per l’Italia è quello di far sì che alla crescita dell’esportazione di prodotti di eccellenza corrisponda una crescita dei consumi interni”.

Il lusso gode di ottima salute – ha affermato Claudia D’Arpizio, autrice del Monitor Altagamma -. La nuova ricchezza dalla Cina e dagli altri mercati emergenti traina la forte crescita del mercato. Dopo la democratizzazione degli anni ’90, e il consolidamento del mercato negli anni 2000, stiamo assistendo ora ad una polarizzazione dei consumi, in cui il segmento vincente torna ad essere quello più alto, il lusso assoluto“.

Tranne che in Spagna, Italia e Giappone, il mercato dei prodotti di alta gamma cresce significativamente in tutto il mondo – ha commentato Armando Branchini, Segretario Generale di Fondazione Altagamma -. Gli accessori in pelle, la gioielleria e gli orologi sono le categorie più dinamiche”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *