di


Lusso, diversificazione e politiche di retail domani al Luxury Summit

All’incontro ideato da Il Sole 24 Ore Formazione ed Eventi focus con esponenti del mondo imprenditoriale e della finanza

Mancano meno di 24 ore al via del Luxury Summit 2013, ideato e promosso da Il Sole 24 ORE Formazione ed Eventi. Il tema della quinta edizione, in programma domani presso la sede del quotidiano economico a Milano, è ‘Come diversificare le strategie della moda e del lusso made in Italy’: torna dunque l’evento organizzato da Il Sole 24 Ore e dedicato all’alto di gamma.

La premessa dell’incontro di quest’anno è che l’Italia deve cercare tutte le strade possibili verso una nuova crescita e che il sistema moda potrebbe essere uno dei punti di forza su cui puntare per la ripresa globale del paese. Confronti e dibattiti con molti esponenti del mondo imprenditoriale e finanziario: al centro della discussione, dinamiche di sistema, strategie di gestione e investimenti nei diversi mercati fino ai nuovi flussi di consumo e le politiche di retail.

Si comincia domattina alle 8.45: a moderare la prima sessione, Paola Bottelli, caporedattore de Il Sole 24 ORE. Dopo i saluti del direttore Roberto Napoletano, i lavori saranno introdotti da Michele Tronconi, presidente di Sistema Moda Italia, e Mario Boselli, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana.

Primo focus su nuovo lusso, eccellenza manifatturiera e Made in Italy nel mercato globale: interverranno Antonio Achille, Partner & Managing Director The Boston Consulting Group; Patrizio Bertelli, amministratore delegato Gruppo Prada; Stefano Sassi, amministratore delegato Valentino Fashion Group; Marco Biagioni, Senior Advisor PWC.

Alle 11.15 sarà la volta di una tavola rotonda sul mercato italiano e le frontiere internazionali: modererà Giulia Crivell, giornalista Il Sole 24 ORE. In programma i contributi di Paolo Lobetti Bodoni, Partner Ernst & Young, Corrado Facco, Direttore Generale Fiera di Vicenza; Domenico Menniti, amministratore delegato Harmont & Blaine; Guglielmo Miani, AD di Larusmiani e presidente dell’Associazione Montenapoleone; Diego Rossetti, presidente Fratelli Rossetti.

La sessione pomeridiana sarà incentrata su economia e finanza nel mondo del lusso: la tavola rotonda, moderata da Alessandro Plateroti, vice direttore de Il Sole 24 ORE, prevede l’introduzione a cura di Patrizia Arienti, Partner Deloitte e gli interventi di Riccardo Bruno, Senior Partner del Fondo Clessidra; Raffaele Jerusalmi, amministratore delegato Borsa Italiana; Carlo Palmieri, amministratore delegato Pianoforte Holding.

Un secondo focus verterà su consumi e retail: la sessione sarà moderata da Cristina Lazzati, Digital & Social Media Chief Editor, Business Media Gruppo 24 ORE. E-commerce, utenti digitali e comportamenti del consumatori al centro dei contributi di Francesco Pesci, amministratore delegato Brioni; Eraldo Poletto, amministratore delegato Furla; Massimo Fubini, amministratore delegato ContactLab. Tavola rotonda sulle nuove  politiche di distribuzione in Italia e all’estero per la luxury experience: interverranno Alberto Baldan, amministratore delegato La Rinascente; Roberto Meneghesso, Country Manager Italia di McArthurGlen Designer Outlets; Gaetano Sallorenzo, presidente e amministratore delegato Pinco Pallino; Fabio Vennettilli, amministratore delegato ADP Software & Delivery.

Nuove opportunità di sviluppo potranno dunque emergere al termine di questa giornata dedicata al lusso e alle strategie aziendali di diversificazione: si potrà assistere all’evento anche in diretta streaming (dal mini-sito del summit) o attraverso Twitter.


1 commento

  1. #industrializzare la cultura, la sola via!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *