di


Lusso, Deutsche Bank stima la crescita a +6/7%

Il mercato è tornato a produrre: la previsione sull’export è del +4%. A trainare il settore oggi è la categoria dei millenials

Shopping-min

Serpeggia ottimismo nel lusso italiano: secondo le stime di Deutsche Bank, il 2017 dovrebbe attestarsi sugli stessi livelli di crescita del dato mondiale, cioè un +6/7% rispetto all’anno precedente. Il mercato del lusso torna dunque a produrre, grazie ad una ripresa sostenuta rispetto al 2016, e torna anche a esportare: la quota in viaggio verso i mercati esteri dovrebbe raggiungere il +4%. È emerso durante il Fashion & Luxury Summit il Futuro della moda in Italia organizzata da Pambianco e Deutsche Bank.

La Cina resta una delle destinazioni chiave, come spiega Francesca Di Pasquantonio, Head of Global Luxury Research, Deutsche Bank: il consumatore “cinese rimane il fulcro della crescita: rappresenta più di un terzo della domanda e continua a guadagnare terreno”. Quanto all’identikit anagrafico sono i millenials a trainare il settore: oggi rappresentano il 27% della domanda e tra 5 anni si prevede che tocchino quota 33%.

Metà della domanda mondiale, inoltre, è generata dai turisti e il canale “travel retail“, che non è minacciato dalla competizione dell’e-commerce, può rappresentare fino al 10% del fatturato. Tra le proposte emerse al Summit, formule di aggregazione dei marchi italiani, che spesso hanno dimensioni ridotte, e la creazione di un contenitore retail che possa mettere insieme brand di qualità aiutandoli a vendere anche all’estero.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *