di


Luisa della Salda, raffinata testimonianza dell’estetica contemporanea

Ama le delicatezze del classico quanto l’essenzialità contemporanea, stili, seppur distanti, che concilia con risultati sorprendenti. Possiede una felice versatilità e se ne giova disegnando personalmente queste opere dal tratto sofisticato dove la compresenza di perle, corallo, pietre dure e argento si integra alla perfezione in mescolanze a volte discrete, altre volte esuberanti, sempre raffinate e animate da movimenti leggeri.

E la cura che pone nella scelta delle tonalità – sfumate, decise, trasparenti -, le viene da una passata esperienza gemmologica; una costante singolarità che porta ad originali effetti stilistici come nel caso della parure collarino-orecchini in cui l’agata rodiata e l’argento si omogeneizzano in una lunare luminosità. Che siano collane, anelli, bracciali o ciondoli, ogni elemento è il cuore pulsante di una ispirazione attesa che si concede strutture di amabili proporzioni; fresche evoluzioni che esplodono in splendori e contrasti.

Luisa della Salda elabora giochi di attraente impatto estetico che sfiorano, affiancano, riscrivono le tendenze più attuali con un sobrio glamour.
Nel suo atelier scardina e combina forme perfette ad irregolari, toni contrastanti a spazi e volumi ora liquidi ora aggettanti ma pur sempre scevri da rigidità. Tutto domina su tutto. È un dinamico approccio al gioiello che dalle origini segue il filo di una spontanea vivacità mai ripetitiva.

Non più di un paio di mesi fa, precisamente il 13 ottobre scorso, insieme a sua figlia Francesca ed ai numerosi collaboratori ha festeggiato i primi venti anni di attività; una testimonianza di professionalità e di classe che ha portato le sue creazioni nelle gioiellerie più prestigiose del mondo.
Luisa della Salda è una firma scolpita in una raffinatezza esecutiva che rinnova con felice immaginazione ogni colore, ogni materia, ogni forma.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *