di


L’ottimismo ci salverà

Se aveva ragione il filosofo matematico Henri Poincaré quando diceva che “Il genio scientifico è la capacità di restare sorpresi”, allora sono un genio. Scherzi a parte, chiaramente non sono un genio, ma l’atmosfera che a settembre ho riscontrato in Fiera di Vicenza mi ha seriamente lasciata sorpresa, e in positivo. Vero, molti continuano a lamentarsi, altri sono stati stroncati dalla crisi, ma erano davvero tanti gli stand affollati al punto tale da non potersi neanche affacciare. E allora mi sono chiesta: sono fortunati? Regalano gioielli e pietre preziose? La risposta ad entrambe le domande, naturalmente, è no. Il responso più sensato che sono riuscita a dare è che quelli bravi lavorano.

Quelli che non si sono fermati davanti alla crisi, che hanno fatto sacrifici per continuare ad investire e innovare, scegliendo la creatività, sono in piedi e stanno bene. Sono d’accordo con il presidente di Fiera di Vicenza SpA Roberto Ditri che, durante l’inaugurazione e anticipando domande sugli effetti del prezzo dell’oro, ha detto: «A differenza dell’oro, la creatività non si pesa in grammi». E dunque chi crea, chi innova, chi investe è salvo. Anzi, non solo è salvo, ma fa proprio grandi affari.

Non credo che ci sia una particolare abilità: queste aziende che oggi sono ancora piene di clienti hanno semplicemente messo in moto il cervello, scegliendo un momento di crisi per distinguersi dalle altre, per offrire qualcosa che permette loro di restare a galla e guardare al futuro con un filino di ottimismo. Ottimismo sano, sia ben chiaro, non illusione, ma volontà di resistere, di non arrendersi e di puntare tutto sulle carte vincenti.

Se c’entra la vicinanza del Natale con l’atmosfera rasserenante di Vicenzaoro Choice? Anche su questo mi sono fatta un’idea precisa, anzi due: prima di tutto, il periodo natalizio non è da solo sufficiente a spiegare la grande affluenza di gioiellieri in fiera, perché ho visto manifestazioni di settembre davvero tragiche.
E la seconda osservazione è la seguente: il fatto che il gioielliere acquisti ora perché spera di tornare a vendere a Natale, beh… se non è sano ottimismo questo! Forza, prendiamo esempio tutti da questo saggio atteggiamento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *