di


L’italiano Peraboni alla guida dell’Associazione mondiale delle fiere

La nomina del manager è avvenuta a margine del Congresso annuale dell’UFI in Sudafrica: nel Consiglio di amministrazione anche Matteo Marzotto, vicepresidente di IEG

UFI_Corrado-peraboni-min
Corrado Peraboni

La nomina è stata ufficializzata nel corso dell’84esimo Congresso annuale di Ufi, la Global Association of the Exhibition Industry: a guidare l’Associazione mondiale delle fiere sarà l’italiano Corrado Peraboni. Durante il summit che si è svolto fino a sabato scorso a Johannesburg, è stato formalizzato il ruolo di presidente per il manager, ex ad di Fiera Milano Spa. Per l’UFI, che conta oltre 750 membri di 86 nazioni, prenderà le redini fino al 2020 insieme ai vicepresidenti esecutivi Craig Newman e Andreas Gruchow.

UFI_TRio-17-18_v2-min
Il nuovo trio presidenziale di UFI. Da sinistra, Craig Newman, Corrado Peraboni e Andreas Gruchow
Nel nuovo board of directors di Ufi figurano anche altri italiani: Giorgio Contini, direttore internazionale di BolognaFiere; Matteo Marzotto, vicepresidente esecutivo di Italian exhibition group; e Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere. Peraboni è attualmente Presidente di Fieramilano Cipa Brazil. Laureato in giurisprudenza a Milano, vanta un’ampia esperienza nel settore fieristico. Dal 2001 al 2014 è stato Vice Presidente del Capitolo Europeo dell’UFI e Presidente dal 2004 al 2008.
Peraboni non è il primo presidente italiano dell’UFI: prima di lui, sono stati quattro gli italiani alla guida dell’associazione fondata nel 1925: Cesare Nava (Fiera Milano) dal 1926 al 1931; Piers Puricelli (Fiera Milano), dal 1931 al 1939; Luciano Dal Falco (Torino Esposizioni), dal 1967 al 1973; Carlo G. Bertolotti (E.A. Fiera di Verona), dal 1985 al 1989.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *