di


Link Jewelry Summit, meno di una settimana al meeting internazionale in calendario a Vienna

Martedì 23 e mercoledì 24 si incontrano nella capitale austriaca imprenditori, docenti e talenti creativi della gioielleria mondiale

Manca meno di una settimana all’apertura dei lavori di LINK Jewelry Summit, il meeting internazionale organizzato da Swarovski Elements e coordinato dall’International Herald Tribune. Il 23 e il 24 aprile a Vienna – presso l’Aula der Wissenschaften – Hall of Sciences –  si svolgerà dunque la prima edizione di questo appuntamento che metterà insieme allo stesso tavolo di discussione imprenditori, docenti, opinion leader e talenti creativi della gioielleria e dell’orologeria di tutto il mondo.

LINK non è un nome casuale: oltre a richiamare l’idea del collegamento, è anche acronimo di  “Learn, Imagine, Network, Know” (Apprendimento, Fantasia, Collaborazione, Conoscenza). Testimonial d’eccezione per l’evento: tra loro, Massimo Carraro, fondatore e amministratore delegato del Gruppo Morellato, e Claus Teilmann Petersen, vice Presidente del gruppo CSR – Pandora. Tanti gli ospiti d’eccezione in calendario nella due giorni viennese – che sarà preceduta, lunedì 22, da tour organizzati in città e da un cocktail di benvenuto presso l’Hotel InterContinental di Vienna – per dare vita a una piattaforma globale per mettere in rete tutti gli operatori della comunità internazionale dei gioielli.

Condividere conoscenze ed esperienze, favorire nuove opportunità di business e esplorare i fattori critici che guidano il mercato internazionale: questi i principali obiettivi di LINK. Gli interventi in programma martedì e mercoledì prossimo saranno incentrati sull’evoluzione del comportamento dei consumatori, sulle tendenze creative che emergono per tenere il passo con una nuova domanda, sulle opportunità e le nuove rotte nei mercati emergenti; sulla spinta verso la sostenibilità e l’etica.

Il LINK Jewelry Summit è il primo evento di questo genere e offre ai soggetti chiave del settore l’opportunità di mettersi in rete con un ordine del giorno che prevede sessioni educative, informative e di ispirazione. L’evento vero e proprio inizia alle 9 di martedì con un opening che vedrà la presenza, tra i tanti, di Markus Langes-Swarovski, membro del Consiglio esecutivo di Swarovski, Stephen Dunbar-Johnson, giornalista dell’International Herald Tribune; Katharina Flohr, Amministratore Delegato e Direttore Creativo di Fabergé.

Il tema affrontato nel corso della mattinata sarà legato agli aspetti psicologici della costante umana di adornare il proprio corpo, presente fin dal Paleolitico. Interverranno Nadja Swarovski e Delfina Delettrez Fendi, fondatrice del marchio Delfina Delettrez. Sarà poi il momento di affrontare gli atteggiamenti del consumatore nell’acquisto per una strategia di successo del dettaglio orafo, e le nuove definizioni del settore scaturite dalla diffusione dei social media. Nuovi mercati, la magia della vendita e  le emozioni connesse all’acquisto di gioielli saranno i temi del pomeriggio. Alla tavola rotonda di chiusura del primo giorno parteciperanno, tra gli altri, Massimo Carraro, Andrea Morante, amministratore di Pomellato, Lise Aagaard, fondatrice di Trollbeads e Robert Buchbauer di Swarovski. Martedì sera, Gala Dinner al Palais Liechtenstein.

Mercoledì la conversazione di apertura si svolgerà tra Deborah Lloyd, presidente e direttore creativo di Kate Spade New York, e Iris Apfel con Nadja Swarovski. Il tema trattato riguarderà gli interessi degli investitori e i principi del settore del lusso applicabili alla gioielleria. Si chiude l’evento con l’evoluzione della gioielleria fashion e il tema della sostenibilità, passando per i diamanti insanguinati e la responsabilità etica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *