di


Lebole Gioielli: Regalina, quando la vanità è un pregio

Se il brutto anatroccolo insegna che i meriti e i pregi prima o poi possono scalzare i biasimi, la collezione “Regalina” va oltre scoprendo inaspettati valori che anche un’umile gallina può vantare, primo fra i tanti il piumaggio: una parata di screziati colori.

Vanitosa e ironica, a cominciare dal nome – liaison tra le parole ‘re’ quintessenza di nobiltà, ‘regalo’, e ‘gallina’, delicatamente scritto con una sola elle -, questa collezione propone un orecchino che raffigura la silhouette del pennuto delle nostre aie ma coronato rivelando una sua inaspettata nobiltà. Sangue blu dunque, ma anche potente simbolo di rinascita.

LEBOLE-GIOIELLI-REGALINA

Per il tipico gioco di asimmetrie, caratteristico del brand aretino, la corona si fa anch’essa protagonista migrando sull’altro orecchino da cui pende una piuma in nuance abbinata ai tessuti.

Come spiega Barbara Lebole – con la madre Nicoletta, head e designer dell’azienda – “Ogni cosa è un mix di piccole e grandi meraviglie, bisogna solo avere la sensibilità per scoprirle. Ad esempio, ponendo sul capo di una gallina una coroncina abbiamo liberato una certa regalità che ignoravamo e che invece è propria del suo incedere.

La collezione Regalina, anch’essa realizzata interamente a mano nei laboratori dell’azienda con tessuti giapponesi, stesi su una leggera anima di legno, e impreziosita da pietre dure e delicate piume che sfumano nelle nuance delle stoffe e delle gemme, è proposta anche nella versioneMINI” per la quale le dimensioni si riducono ma senza intaccarne l’individualità.

Completa la collezione una lunga collana in argento dorato, modello sautoir, che posiziona a intervalli regolari i piccoli volativi, le coroncine e singole pietre dure colorate.

Lebole Gioielli sarà a VicenzaOro January, dal 22 al 27 gennaio, al Pad. 1  Stand 426

www.lebolegioielli.it

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *