di


Le Perle di Caltagirone, l’antica tecnica del “terzo fuoco” per la nuova collezione di gioielli

I nuovi preziosi in argento e ceramica dell’azienda siciliana saranno presentati in anteprima durante l’International Jewellery Tokyo a gennaio

La luce si riflette all’infinito in un continuo gioco di luci, ombre e colore: grazie ad un’antichissima tecnica, conosciuta solo da pochi maestri artigiani che lavorano la ceramica nella provincia catanese, prende vita una nuova originale idea che porta la firma di “Le Perle di Caltagirone”.

L’azienda siciliana – che da alcuni anni ha stupito il mercato con un prodotto che unisce l’argento alla lavorazione artigianale della ceramica portata avanti nella cittadina fin dall’epoca greca – aprirà il nuovo anno con la presentazione della collezione “Terzo Fuoco”: in anteprima alla International Jewellery Tokyo (dal 22 al 25 gennaio) il nuovo effetto perlato realizzato grazie a una complessa tecnica in cui si susseguono una prima e una seconda cottura, e, infine, dopo l’aggiunta di un prodotto a base di perlato, una terza, a 900 gradi. Una luminosità che potenzia  la bellezza dei gioielli “Le perle di Caltagirone”, frutto di una lavorazione interamente artigianale in cui a prevalere non è la preziosità dei materiali, ma il design e l’unicità di ogni pezzo.

La ceramica, prodotta e decorata a mano da maestri artigiani che infondono nelle loro creazioni tutta la bellezza del Mediterraneo, prende così la forma di perle che tra il mix di colori e la serietà dell’argento creano bracciali, orecchini, sautoir da annodare con nastri di tessuto o cordoncini. Grandi o piccole, singole o a cascata, Le Perle di Caltagirone forgiano un indissolubile legame tra un prestigioso passato e la contemporaneità.

www.leperledicaltagirone.com


6 commenti

  1. emanuele says:

    Complimenti a mario, alla modella ed al fotografo


  2. Beppe says:

    Bellissima la modella e stupendi gioielli, indossarli è come sentirsi la Sicilia sulla pelle.


  3. Molto interessato a questa bella novità sono a Patti
    Vorrei vedere


  4. Falletta Giuseppina says:

    Stupendi, originali ed unici.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *