di


Le “Argenterie Fantastik” di Giovanni Raspini a Brera

Nella sala che ospitò lo studio di Francesco Hayez, il pittore che ritrasse il famoso “Bacio”, saranno in mostra 51 lavori di Giovanni Raspini. Nella prestigiosa sede dell’Accademia di Brera dal 26 ottobre al 4 novembre un’ambientazione sorprendente e immaginifica accoglierà “Argenterie Fantastik”, oggetti, in argento o nella nuova lega bronzobianco, per la casa ma anche gioielli animalier, alcuni realizzati appositamente per l’appuntamento milanese.

“Il candelabro torre di Babele, il secchio champagne coccodrilli, il boccale birra teschio, la cornice grande jungle, la collana pappagallo, il piatto salumi Piggy family sono solo alcuni degli oggetti e gioielli che ho creato col piacere di stupire e stupirmi ogni giorno. Dopo tanti anni ho avvertito il bisogno di proteggerli tutti sotto uno stesso tetto, imbarcarli sulla stessa arca e mostrarli nel loro splendore animalier. Una mostra che vuol far bella mostra di sé anche oltreoceano: pensiamo a New York, e poi a Mosca e Pechino”. Ha spiegato Giovanni Raspini, la cui collaborazione con l’Accademia di Brera nasce da una forte unione d’intenti nel campo dell’arte e della progettazione. A conferma di ciò il marchio toscano ha promosso il concorso Design Animalier, indirizzato ai giovani stilisti orafi più meritevoli dell’Accademia, che assegnerà due borse di studio dell’importo di 1000 euro ciascuna e la possibilità di realizzare le due creazioni in edizione limitata, per la boutique monomarca, proprio nei laboratori di Giovanni Raspini. I progetti premiati saranno esposti nell’ambito della mostra milanese.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *