di


L’autunno profuma della nuova essenza “CAMICIA 113” di Gianfranco Ferré

Quella di Gianfranco Ferré è un’eleganza rigorosa, giocata sui contrasti e sui volumi audaci prediligendo il bianco e il nero. Tra i capisaldi del suo stile, che ha fatto storia per la determinata contemporaneità, resta la camicia bianca, espressione di “una ricerca costante d’innovazione”, come dichiarò lo stesso Ferrè.

Gianfranco Ferre profumo camicia 113

Di essa la fondazione, che porta il suo nome, cura una collezione che testimonia una rara abilità nel reinventarla sfidando ogni convenzione. Tra esse la “CAMICIA 113”, un modello del 1982 che lascia le spalle nude al di sopra di un complesso gioco di pieghe (che dalla scherma prende il guizzo rapido del fioretto), dato da garza di seta, raso di seta e taffetà. In omaggio a questo capo iconico nasce oggi una fragranza femminile che viene dal mondo dei fiori, nel dettaglio la calla che ispirò appunto questa emblematica creazione.

olfatti

La nuova Eau de Parfum ha nelle note di testa il bergamotto, la magnolia e la peonia, tra quelle di cuore petali di gelsomino, iris e violetta mentre tra le note di fondo il benzoino del Siam, il patchouli e il muschio. Un mix di delicatezze e palpabili sentori di boschi profondi che accarezza il corpo.

Gianfranco Ferre profumo camicia 113

 

Questo jus color nude, creato dalla profumiera Nathalie Lorson di Firmenich, è vivace e seducentemente femminile ed è racchiuso in un flacone sigillato da un tappo gioiello in resina metacrilica opaca che riprende le sinuose linee della CAMICIA 113.

Caratteristica del packaging è l’etichetta a rilievo che rimanda a quelle cucite sugli abiti Gianfranco Ferré. Sul fondo il bozzetto della Camicia 113 disegnata dal geniale architetto.

Sketch GFF blouse 113 copia

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *