di


L’artigianato artistico friulano fa squadra e aderisce alla Carta internazionale

La presidente della Regione Serracchiani e le associazioni di categoria firmano il documento durante l’inaugurazione della rassegna ”HEY! 2014”, mostra di arte orafa aperta fino al 9 giugno

Debora Serracchiani, presidente del Friuli Venezia Giulia, firma la Carta internazionale dell'Artigianato artistico

“La creatività artigianale è la prima manifestazione che ha accompagnato la comparsa dell’umanità”. Così si apre la Carta internazionale dell’Artigianato artistico, firmata a Cividale (Udine) dalla presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, e dai rappresentanti delle organizzazioni di categoria – Graziano Tilatti (Confartigianato Imprese), Paolo Brotto (Cna) e Nicola Tenze (Ures-Sdgz) – in occasione dell’inaugurazione della rassegna ”HEY! 2014”, che propone i lavori di arte orafa e di artigianato artistico di 23 aziende.

La Carta rappresenta un riconoscimento importante all’arte dei mestieri del Friuli Venezia Giulia e consentirà agli artigiani della  regione di poter partecipare a mostre e manifestazioni in Europa. 

La sigla del documento è avvenuta venerdì nella chiesa di Santa Maria dei Battuti, dov’è stata inaugurata la rassegna ”HEY! 2014”, che resterà aperta fino al prossimo 2 giugno. Confartigianato Imprese, Cna e Ures-Sdgz hanno collaborato per questo risultato che giunge a coronamento di un percorso di condivisione e al tempo stesso apre a nuove opportunità di collaborazione, nazionale e internazionale, finalizzate a promuovere l’artigianato artistico.

La Carta, infatti, messa a punto nel 2008, fu presentata e siglata ufficialmente nel gennaio del 2010 dai promotori e oggi à già stata sottoscritta da molte regioni italiane e numerosi organismi di svariati paesi del mondoIl documento internazionale rappresenta anche un’opportunità di tutela per il lavoro degli artisti artigiani anche nello scenario europeo.

Novità anche sul fronte formazione: la Giunta regionale ha infatti approvato il Regolamento attuativo della legge 12 del 2002, per la disciplina del funzionamento delle botteghe-scuola, percorso normativo che si pone l’obiettivo di far coesistere il sistema dell’alternanza scuola-lavoro con il sistema del tirocinio in bottega per dare continuità all’arte dei mestieri.

Taglio del nastro della rassegna "Hey! 2014" con la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *