di


La veneta Tecnigold acquisita da gruppo indonesiano

Rilancio per la società trevigiana che produce collane e bracciali in oro e sarà presente alle fiere di Vicenza e Hong Kong: nel piano di sviluppo il Nord America

tecnigold_acquisita_gruppo-indiano

Da alcuni mesi in concordato, la Tecnigold, azienda di Borso del Grappa (Treviso), vivrà un 2017 nell’ottica del rilancio, grazie all’acquisizione da parte della Starlight Harmony di Hong Kong, società che fa capo a Ubs Gold, a sua volta controllata dalla holding della famiglia indonesiana Yahya. Il 23 dicembre la procedura competitiva con una sola offerta, di circa 10 milioni di euro. La formalizzazione della cessione avverrà entro novanta giorni: la Tecnigold, azienda veneta fondata nel 1978 da Francesco Piotto e specializzata nella produzione di collane e bracciali in oro, conta 60 dipendenti.

Il gruppo indonesiano, che annovera al suo interno diverse categorie merceologiche di cui i gioielli e l’oro sono soltanto una voce, aveva già  rilevato in affitto la Tecnigold tramite una società costituita in Italia per assicurare la prosecuzione dell’attività e il mantenimento dei dipendenti. La ditta orafa – che quest’anno parteciperà alle fiere di Vicenza (gennaio e settembre) e Hong Kong (marzo, giugno e settembre) con i suoi marchi, tra cui Oxicolor – ha come mercato principale proprio l’Asia (65%), seguito dal Messico. Nel 2010, l’azienda aveva registrato ricavi per 70 milioni di euro, ma nel 2014 aveva vissuto un drastico ridimensionamento del fatturato, complici la crisi e la concorrenza di produttori cinesi.

Secondo quanto diffuso dall’agenzia di stampa Il Sole 24 Ore Radiocor, il nuovo piano di sviluppo prevede il rilancio del marchio con un processo di diversificazione e innovazione del prodotto e dei mercati di riferimento, inoltre punta a riprendersi e ampliare la presenza sui mercati del Nord America, a cominciare dagli Stati Uniti.

www.tecnigold.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *