di


La Spezia, 7000 anni di storia del sigillo in un seminario

L’incontro organizzato da Anna Rozzi nel Museo che ospita la mostra “Segni e identità – Gioielli contemporanei di Anna Fornari”

Una mostra di gioielli contemporanei accompagnata da un ciclo di incontri dedicati all’arte del sigillo: si svolgerà questo venerdì la prima conferenza ideata a margine dell’esposizione “Segni e identità – Gioielli contemporanei di Anna Fornari” presso il Museo del Sigillo di La Spezia. Organizzato da Anna Rozzi, curatrice della mostra aperta fino a febbraio, il seminario avrà come tema “Settemila anni di sigillo-gioiello”: saranno presentati esemplari databili dall’antico Egitto all’età vittoriana.

Il Museo del Sigillo è nato nel 2000 a seguito della donazione, da parte dei coniugi Lilian ed Euro Capellini, della più completa collezione sfragistica che mai sia stata riunita con oggetti realizzati da Fabergé, pezzi della collezione Lalique e i sigilli delle famiglie Borromeo, Rohan e Fergusson. Proprio a questa vasta collezione si è ispirata l’orafa perugina Anna Fornari per la mostra inaugurata il 13 ottobre scorso: per renderla possibile, l’artista ha indagato a lungo sul significato dei “segni” rappresentativi delle evoluzioni simboliche che hanno formato, nei millenni, l’impalcatura delle relazioni sociali.

I prossimi incontri saranno incentrati sui sigilli creati dalla maison Fabergé, presenti nella collezione del Museo, per approfondire le conoscenze sulla cultura e i personaggi che hanno portato alla realizzazione di raffinati capolavori di oreficeria; sul maestro francese René Lalique, creatore di sigilli e gioielli per Sarah Bernhardt e Calouste Gulbenkian, e, infine, su un dialogo diretto con l’artista Anna Fornari.

Uno dei gioielli di Anna Fornari in mostra al Museo del Sigillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *