di


La Piè, la giusta certificazione per il tuo diamante

Sapere a cosa corrispondano le, oramai, arcinote 4 C non può certo essere garanzia di un acquisto sereno. Di storie brutte se ne raccontano tutti i giorni; falsificazioni, frodi, disonestà sono all’ordine del giorno, senza escludere quella triste realtà dei diamanti insanguinati che non vorremmo certo partecipare a potenziare. Eppure il diamante, anche in questo periodo che soffre di una economia sempre più instabile, resta l’investimento preferito, anche se solo in pochi saprebbero a quali requisiti questo nobilissimo sassolino dovrebbe rispondere per non farli cadere in un tranello. Certificazioni, sì, ma quali e chi ne avrebbe la competenza da poterle rilasciare?

Quante perplessità, forse troppe, che a volte distolgono il cliente facendolo optare per altre scelte, spesso meno impegnative. Eppure basta poco, basta rivolgersi a chi da sempre mette a disposizione del cliente la sua professionalità per informare, consigliare, garantire. Come La Pié, un’azienda che vanta una vasta clientela internazionale la cui soddisfazione resta la migliore forma di promozione.

Non un solo passaggio, dalla produzione alla vendita, è povero di dettagli, non una sola lacuna è contemplata tra le informazioni sempre puntuali e trasparenti.
Perché La Pié gode di uno staff di esperti che attraverso uno sforzo sinergico ed  avvalendosi delle più sofisticate attrezzature offre qualità certificate, quelle accluse nel blister anti infrazione a normativa UNI o, a discrezione del cliente, riportate sulla corona del diamante grazie ad una singolare tecnica a laser che non ne intacca minimamente le qualità.

Ma anche il certificato di analisi gemmologica rientra nel corredo di quelle garanzie che si fanno valore aggiunto nell’impegnativo momento dell’acquisto.
La Pié, un ponte che avvicina le sponde tra l’acquirente ed il mondo delle rarità.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *