di


La pelliccia non è più di moda. Anche per Gucci

Il futuro del fashion è responsabile, green, ecosostenibile e cruelty-free. La pelliccia, dunque, è stata messa al bando.

Armani, Hugo Boss, Stella McCartney, Yoox Net-a-Porter, Abercrombie&Fitch, Banana Republic, Diesel, Benetton, Elisabetta Franchi, Lacoste, Timberland, Zara, Ralph Lauren, Kate Spade, Tibi, Tommy Hilfiger, Calvin Klein, Edun e tanti altri hanno detto no all’utilizzo di pellicce animali ed ora a questi brand aderenti alla Fur Free Alliance, coalizione internazionale tesa alla protezione delle specie animali allevate, torturate e uccise per il loro manto, si aggiunge (dalla prossima primavera estate 2018) anche Gucci, del Gruppo Kering. L’annuncio è stato dato da Marco Bizzarri, CEO del brand, che, durante il Kering Talk 2017 al London College of Fashion, ha dichiarato: “Essere socialmente responsabili è uno dei valori fondamentali di Gucci e continueremo a cercare di fare di più per l’ambiente e gli animali e speriamo che questa scelta possa contribuire a ispirare l’innovazione e diffondere consapevolezza, cambiando l’industria della moda del lusso in meglio“. Una svolta nata dal rapporto con due associazioni da sempre impegnate contro l’utilizzo di pellicce animali: Lav e Hsus. “La decisione di Gucci cambierà radicalmente il futuro della moda.” Ha sottolineato Simone Pavesi, responsabile Lav – area Moda Animal Free. Il rispetto degli animali è sempre più radicato nei valori delle persone e i grandi nomi della moda stanno gradualmente attuando politiche di responsabilità sociale in questa direzione. Mentre la moda diventa sempre più etica, le catene di approvvigionamento che ruotano intorno agli animali saranno una cosa del passato.

Un percorso meritevole per il mondo del lusso al quale arriva un importante contributo anche da ECO AGE di Livia Firth che informa e aiuta chi è interessato ad una produzione rispettosa dell’ambiente.

www.gucci.com

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *