di


La fibbia, questa ‘conosciuta’ in mostra a Milano

Esemplari da collezione raccontano la sua lunga storia tra moda e utilità

Paola Bonacina, Grace Bag

Anche le fibbie, in uso da secoli, come un gioiello hanno rappresentato lo status di chi le indossava. Sobrie oppure finemente decorate con abbondanza di particolari, preziose o di metallo povero hanno accompagnato la storia del costume facendo spesso prevalere l’aspetto estetico su quello funzionale. Un importante dettaglio estetico, presente sulle scarpe, sulle borse, sulle cinture, sui cappelli, che oggi viene portato in mostra con Fibbie! Moda, Arte e Gioiello, un’esposizione curata da Bianca Cappello e Luca Ghirardosi, promossa da Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 9 luglio al 15 settembre a Palazzo Morando – Costume Moda Immagine, saranno in scena centinaia di esemplari attraverso un percorso che dal Settecento arriva ai giorni nostri, diviso in cinque settori: Moda del ‘700 e ‘800; Moda del ‘900; Arte; Moda Contemporanea; Visione del Futuro con i prototipi realizzati dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera in occasione del workshop Splendide Fibbie.

Collezione Pennasilico, fibbia belle epoque - ph: Michele Zanin

Collezione Pennasilico, fibbia belle epoque - ph: Michele Zanin

Bijoux Bozart, fibbie anni 80-90 - ph: Sogand Nobahar

Bijoux Bozart, fibbie anni 80-90 - ph: Sogand Nobahar

Accademia di Brera, Solojessica - ph: Sogand Nobahar

Accademia di Brera, Solojessica - ph: Sogand Nobahar

Vigano, fibbie boeme anni 20-30 - ph: Sogand Nobahar

Vigano, fibbie boeme anni 20-30 - ph: Sogand Nobahar

Giancarlo Petriglia

Giancarlo Petriglia

De Liguoro, fibbie anni '80 - ph: Sogand Nobahar

De Liguoro, fibbie anni '80 - ph: Sogand Nobahar

Museo Palazzo Morando Costume Moda Immagine, fibbie galalite anni '30-'40 - ph: Sogand Nobahar

Museo Palazzo Morando Costume Moda Immagine, fibbie galalite anni '30-'40 - ph: Sogand Nobahar

Fondarte, Collezione Marinacci - ph: Sogand Nobahar

Fondarte, Collezione Marinacci - ph: Sogand Nobahar

Fondarte - Collezione Marinacci - ph: Sogand Nobahar

Fondarte - Collezione Marinacci - ph: Sogand Nobahar

Fibbie art nouveau - Collezione Pennasilico - ph: Michele Zanin

Fibbie art nouveau - Collezione Pennasilico - ph: Michele Zanin

Fibbia XVIII secolo - Collezione Pennasilico - ph: Michele Zanin

Fibbia XVIII secolo - Collezione Pennasilico - ph: Michele Zanin

Ottavio Re, fibbie anni '70 - ph: Sogand Nobahar

Ottavio Re, fibbie anni '70 - ph: Sogand Nobahar

Ornella Bijoux- fibbie anni '60-'70 - ph: Sogand Nobahar

Ornella Bijoux- fibbie anni '60-'70 - ph: Sogand Nobahar

Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...

Si potranno ammirare selezioni proveniente dalla collezione di Enrico e Paola Pennasilico con pezzi firmati dalle più importanti aziende di gioielli e bijoux per la moda di tutto il mondo come Fabergé, Tiffany & Co., Piel Frères, Theodor Fahrner e William B. Kerr. Ma anche scelte dalle Raccolte di Palazzo Morando |Costume Moda Immagine di Milano, tra le quali quelle realizzate da Giuliano Fratti, grande firma del gioiello fantasia italiano, soprannominato “il re dei gioielli matti”. Non mancheranno pezzi dagli archivi degli storici laboratori artigianali milanesi specializzati nella produzione di bijoux e accessori per la moda, come Viganò, Ottavio Re, Bijoux Bozart, De Liguoro e Ornella Bijoux, quelle della collezione Marco Marinacci, depositario dei prototipi realizzati negli anni Sessanta dalla storica fonderia bolognese Fondarte in collaborazione con artisti contemporanei tar cui Giorgio de Chirico, Salvador Dalì e Franco Russo, e pure cinture con fibbia d’artista realizzate da Claudio Orciani negli anni Novanta in collaborazione con Mario Ceroli, Arnaldo Pomodoro e Valeriano Trubbiani.

Maristella Campi, giornalista di Condé Nast, ha selezionato alcune tra le principali case di moda italiane come Paola Bonacina, Giancarlo Petriglia e Daniele Amato che hanno reso la fibbia un elemento iconico e distintivo del loro brand.

Ingresso libero.

 


1 commento

  1. ADOR-Associazione Designers Orafi says:

    very interesting memo ..
    ,, , ,nice time


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA