di


Kimberley Process, richiesti controlli sulla Repubblica Centrafricana

Occhi puntati sui diamanti provenienti dalla Repubblica Centrafricana: è la richiesta giunta all’Antwerp World Diamond Centre (AWDC) dalla Repubblica Democratica del Congo, attualmente a capo del Kimberley Process (il sistema di certificazione applicabile ai diamanti grezzi che garantisce meccanismi di controllo dell’import/export, in modo da isolare pietre che potrebbero provenire da zone di conflitto).

La richiesta è motivata dall’aumento di incidenti tra gruppi di ribelli nella zona, in particolare nella regione produttrice di Bria. L’AWDC ha risposto all’invito ad una maggiore vigilanza incrementando il controllo sulle importazioni di diamanti provenienti da quest’area sulla base dei lavori del gruppo di lavoro del Kimberley Process che inizierà nell’immediato a raccogliere informazioni.

L’Awdc gioca da sempre un ruolo centrale non soltanto nella lotta al contrabbando e al riciclaggio di denaro ma anche in quella al commercio di “diamanti insanguinati”. Intanto, il WFDB – la Federazione mondiale delle Borse del diamante – ha annunciato la data del prossimo meeting biennale, che si terrà a Mumbai dal 14 al 17 2012.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *