di


Jaeger LeCoultre, all’asta per l’Unesco il prototipo del Memovox Tribute to Deep Sea

Sarà interamente devoluto all’Unesco il ricavato dell’asta on line organizzata da Jaeger LeCoultre che si è conclusa pochi giorni fa. In palio un orologio in edizione limitata, il prototipo n.1 del Memovox Tribute to Deep Sea “LeCoultre Spécial Amérique 1959”.

Proprio a sostegno delle attività dell’Unesco per la salvaguardia dei patrimoni marini, l’intero ricavato della vendita del prezioso segnatempo – aggiudicato per oltre 16mila sterline – andrà al Colombia’s Malpelo Fauna and Flora Sanctuary, patrimonio mondiale Unesco dal 2006.

Non è la prima volta che Jaeger LeCoultre sostiene l’associazione internazionale e questa è già la terza asta on line a lei destinata. La Maison stavolta ha puntato sul viaggio nel passato, verso le radici dell’orologio subacqueo. L’edizione limitata in palio riproduce fedelmente il modello originale del 1959 tranne che per un dettaglio: la cassa in acciaio è stata leggermente allargata da 39,8 a 40,5 mm per abbinare la contemporaneità alla perfezione sul polso.

Il motivo che compare sul fondello è lo stesso dell’originale ed è caratterizzato da un quadrante grigio-nero firmato con semplice eleganza “LeCoultre” e da una corona con una scala di gradazione di 5 minuti.  Stesse funzioni del modello del 1959: ore, minuti, secondi e una sveglia, attivabile attraverso un pulsante a ore 2, mentre un altro a ore 4 riavvolge il movimento: un calibro 956, la versione più recente del leggendario Memovox con in più gli sviluppi tecnologici più avanzati e con una riserva di carica di 45 ore. Sono 359 i pezzi dell’edizione limitata, in omaggio all’anno di produzione dello Spécial Amerique.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *