di


Jaeger Le-Coultre sbarca a Venezia e investe sul restauro della Scuola Grande di S. Rocco

L’edificio quattrocentesco ospita una Confrarternita con tele e affreschi del Tintoretto. Sostenere i beni culturali è la nuova tendenza delle grandi maison

Con l’apertura della boutique veneziana Jaeger Le-Coultre cementerà ulteriormente il suo legame con la Serenissima. E non è tutto: la manifattura ha annunciato lo stanziamento di un investimento per restaurare la Confraternita della Scuola Grande di San Rocco, un edificio del Quattrocento che ospita affreschi e tele realizzati da Tintoretto, che fu membro della confraternita.

“Un dovere morale per un’azienda come Jaeger-LeCoultre, che con i suoi 180 anni di storia e di savoir faire ha sicuramente segnato il corso della storia dell’alta orologeria”, così ha spiegato la decisione l’amministratore di Jaeger Le-Coultre Italia, Claudio Angé. Non è una novità che un marchio di lusso punti a legare il proprio nome e il proprio impegno finanziario a favore della collettività e delle città in cui sono ospitate le loro boutique.

Il caso più recente riguarda infatti Bulgari, che, due settimane fa, in occasione della riapertura dello store romano di via Condotti e dei 130 anni dalla fondazione, ha annunciato di voler donare 1,5 milioni di euro per restaurare la scalinata di Trinità dei Monti, a pochi passi dalla boutique. Il restauro della scalinata in piazza di Spagna inizierà entro un anno.

L'inaugurazione dello store romano di Jaeger Le-Coultre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *