di


Ivanka Trump, una linea bridal con diamanti conflict free e metalli preziosi riciclati

Porta un cognome importante, ma se oggi si parla di Ivanka Trump è perché in una delle sue collezioni di gioielli ha deciso di utilizzare platino e oro riciclati e diamanti “sostenibili”.

Dodici pezzi fanno parte della linea Bridal che la designer, figlia del magnate americano Donald Trump, ha lanciato durante la fiera Jck di Las Vegas con il suo brand “Ivanka Trump Fine Jewelry”: caratteristica di questa lussuosa collezione, realizzata in collaborazione con la Waldman Diamond Company, l’utilizzo di diamanti conflict free, provenienti da miniere canadesi (Diavik e Ekati) eticamente certificate, e di metalli preziosi riciclati. La fascia di prezzo parte da un minimo di 7mila dollari per fedi e vere di fidanzamento fino a 130mila per un anello medaglione da 6,81 carati. Tutti gli anelli possono essere personalizzati.

Sul suo blog, la designer (che oltre a disegnare gioielli ha anche un incarico di rilievo nel gruppo del padre) ha scritto: “Come giovane brand di lusso credo che abbiamo l’opportunità e il dovere di costruire noi stessi come una società socialmente impegnata e responsabile. Stiamo studiando il processo e le misure necessarie per integrare la sostenibilità nelle mie collezioni. La mia convinzione è che ogni passo che un individuo o la società può compiere verso un maggiore rispetto dell’ambiente è un passo nella direzione giusta”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *