di


Israele, una mostra celebra il design sudafricano: esposti 25mila diamanti

David Ditlhako

Il museo israeliano “Harry Oppenheimer Diamond Museum” sarà sede della mostra “All about diamonds”, che sarà aperta da luglio a settembre 2011 e ospiterà il premio “Shining Light Awards 2010-2012 Southern African Collection”.

Inaugurazione mercoledì 29 giugno alla presenza di Varda Shine, amministratore delegato di Diamond Trading Company; Shmuel Schnitzer, presidente del consiglio del museo; Moti Ganz, presidente dell’Istituto israeliano del Diamante (IDI), al quale appartiene il museo, e l’amministratore delegato dell’IDI Eli Avidar, recentemente entrato nel Consiglio di presidenza della Confederazione internazionale Cibjo.

Curatore della mostra, Yehuda Kassif, direttore artistico del museo: obiettivo della rassegna e dell’attività di De Beers che la sostiene è far diffondere i prodotti dell’industria sudafricana dei gioielli e favorirne l’esportazione in tutto il mondo.

In mostra 30 oggetti creati da designer provenienti da Sud Africa, Namibia e Botswana. In tutto, saranno esposti 25.000 diamanti di tutte le colorazioni esistenti in natura per un totale di oltre 630 carati. Quindici collane, otto bracciali, quattro anelli e due corone, valutati intorno ai 3 milioni di dollari americano.

“L’istituto è lieto di ospitare la collezione, soprattutto per l’alta qualità del design e delle tecniche di produzione – ha commentato Eli Avidar -: uno dei nostri obiettivi è quello di promuovere in Israele la cooperazione tra l’industria dei diamanti e le comunità di design del gioiello. Siamo certi che questa raccolta offrirà ai nostri designer e ai produttori nuove idee e servirà da ispirazione per nuovi gioielli”.

Richard Lee Schoombe
Neo Matome-Harun
Hunadi Tlomatsana
Taneka Olivier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *