di


In her shoes. Prove generali di seduzione

Tous e Manolo Blahnik

Scarpe. Ora non starò qui a spiegare quale universo di sensazioni e immaginari questo accessorio evochi nella mente di noi donne. Insieme ai gioielli, le scarpe sono sicuramente le migliori amiche delle donne. E, si sa come vanno queste cose, amico ti presenta amica e succede che Mr Manolo Blahnik (re delle calzature e per questo amico del cuore di tutte noi, non solo di Carrie e le altre ragazze di Sex and the City) abbia stretto amicizia con Tous (regina dei gioielli made in Spain, amica). Da questo scambio di affettuose energie (si dice partnership?) è nata quella che ha ottime probabilità di diventare la nostra migliore amica: la scarpa più famosa al mondo, la Campari, trasformata in un gioiello. Ovviamente il progetto è nato in un’atmosfera piacevole come un incontro a pranzo a Madrid la scorsa estate dove Mr Blahnik si complimenta con Mrs Tous per la sua eleganza e l’adorabile ciondolo a forma di teddy bear che indossa. Mrs Tous gli risponde che le farebbe molto piacere che lui disegni qualcosa per TOUS. Poi il lampo di genio: Mr Blahnik propone “Perché non facciamo le mie famose Mary Jane Campari, come ciondolo porta fortuna!” e Rosa esclama “Mi piace! Facciamolo come pendente di una catenina d’oro con un diamante come bottone!” Nasce così Manolo Blahnik per TOUS che sarà a marzo nelle boutique e negozi di lusso del mondo. W la Spagna!

Elizabeth Arden Stiletto Academy

In marcia sul tacco 12 Elizabeth Arden

Lipstick rosso fuoco, Eight Hour Cream e tacco 12. Sono gli alleati di eleganza e bellezza su cui si può sempre contare. Ma eleganza e bellezza vengono meno di fronte a chi traballa sulle vertiginose altezze come se fosse sui trampoli. A tutte le donne che si sentono poco sicure ha pensato Elizabeth Arden lanciando il primo workshop per imparare a camminare sui tacchi a spillo. Il 12Camp della Stiletto Academy, firmato dalle blogger Veronica Benini aka Spora Von Paris e Daniela Farnese aka Dottoressa Dania, aspetta a Milano il 26 febbraio tutte le donne che vogliono migliorare il loro portamento e volteggiare con eleganza sulle proprie decolleté sicure anche su grate, scale e ghiaia

Guillaume Hinfray Intimate Store

A piedi all’Intimate Store di Guillaume Hinfray

Per premiarvi con un regalo dalle fatiche del corso o delle lunghe camminate a Milano c’è un indirizzo da visitare (sui tacchi of course). Si tratta del primo Intimate Store della griffe normanna Guillaume Hinfray, brand emergente di calzature di lusso unconventional, con la società licenziataria G.L.D.C. Una boutique, in via Cerva 12, che incontra lo stile di un salotto di casa e quello di ambienti tipici newyorkesi. Grazie alle soluzioni di arredo  proposte dai  giovani  designer  Fabio  Frattini  e  Cesare   Invernizzi,   titolari   dello  Studio  YellowCat  Design,  è  stata  ricreata  l’intimità  del  loft  milanese  di  Marco  e  Guillaume, in  un  elegante  gioco   di  contrasti. Qui impera il trend del “non finito”, fra pareti imbiancate a calce  grezza, strutture espositive in lamiera ossidata,  lampadine  sospese, come in un cantiere  in  pieno  fervore produttivo. Lo  spazio si  propone  inoltre  come  cornice  ideale per le  opere  di  giovani  artisti  emergenti,  che  si  susseguiranno  nel   tempo in una  mostra  d’arte  contemporanea  in  continuo  movimento. In occasione dell’inaugurazione, a febbraio e per tutto il mese successivo, l’“ospite  d’onore” sarà un’affascinante opera d’arte del newyorkese Peter Tunney, dalla  emblematica citazione: “Change the way you see everything”.

Guillaume Hinfray Intimate Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *