di


In corso AltaRomAltaModa: in passerella abiti, accessori e gioielli

La 23esima edizione dell’evento capitolino di scena fino a mercoledì: designer e creativi ospiti all’Hotel Flora fino a domani

Jean Paul Gaultier, foto Raffaele Soccio - Luca Sorrentino

E’ in pieno svolgimento AltaRomAltaModa, la passerella capitolina alla sua 23esima edizione. Inaugurata sabato, fino a mercoledì sarà palcoscenico per sfilate, mostre e happening. Il Complesso Monumentale di S. Spirito in Sassia ospita l’alta moda italiana con un ospite internazionale d’eccezione: di scena lo show Haute Couture “La Parisienne” di Jean Paul Gaultier.

Molte le novità in calendario che si inseriscono tra sfilate e trend delle prossime stagioni: tra queste, la presenza di giovani designer affermati provenienti dal “vivaio” creativo di Altaroma che scelgono la capitale per presentare le loro collezioni con linguaggi nuovi. Sul red carpet molti dei creativi che si sono distinti nel progetto di fashion scouting “Who is on Next?”  come Fabio Quaranta e Angelos Bratis.

Ampio spazio alla sezione dedicata all’Ethical Fashion: in passerella designer dall’Africa, dalla Svizzera e dall’Italia tutti sotto l’egida etica/estetica e sostenibile che “nutre” la partnership ormai consolidata tra l’International Trade Centre, braccio operativo dell’ONU per una co-operazione moderna ed efficace, e Altaroma. Stesso mood per la sfilata in collaborazione con Uman Foundation, che presenta la collezione CANGIARI brand del Gruppo Cooperativo GOEL che raccoglie diverse imprese sociali in Calabria e ha come missione il cambiamento della Calabria e opera per la liberazione e il riscatto delle comunità locali.

La moda, però, è anche accessorio: ecco la filosofia sottostante alla ‘Room Service’. Inaugurata ieri al Marriott Grand Hotel Flora di via Vittorio Veneto, ospita la creatività di 12 designer per valorizzare le abilità artigianali della migliore tradizione italiana. “Abiti, gioielli e accessori non esposti ma messi in scena”, ha dichiarato la curatrice Simonetta Gianfelici.

I designer selezionati sono tutti rigorosamente accomunati dalla prerogativa di avvalersi di tecniche sartoriali e di materie prime pregiate, all Made in Italy. Dodici stanze allestite che accolgono un pubblico colto e sensibile, stuzzicandone i sensi e il lato più emotivo, attraverso una vera e propria esperienza sensoriale. Oggi e domani Room Service prosegue con un’esclusiva vendita privata delle collezioni Autunno-inverno 2013-2014 e servizi dedicati di made to order e made to measure.

Nino Lettieri, foto Luca Latrofa - Luca Sorrentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *