di


Imprese: arriva il “cassetto fiscale” per gli studi di settore

Monitorare costantemente la propria situazione riguardo agli Studi di Settore : è ciò che le imprese potranno fare attraverso una nuova sezione del “cassetto fiscale”, disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. (www.agenziaentrate.gov.it). Tutti i titolari di partita Iva potranno verificare le informazioni relative alla propria posizione riguardante gli studi di settore attraverso l’area dedicata ai servizi on-line del sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Lo rende noto la stessa Agenzia con il Comunicato del 20 febbraio 2013. Nelle intenzioni dell’Agenzia, questa novità dovrebbe semplificare i rapporti delle imprese con il Fisco, limitando la necessità di recarsi personalmente presso gli uffici dell’Agenzia per acquisire informazioni ed al tempo stesso consentendo un approccio razionale ed informato a ciò che invece rappresenta per molte imprese un autentico incubo : gli studi di settore e gli adempimenti ad essi connessi.

Quali sono le informazioni riguardanti gli studi che i contribuenti potranno trovare nel “cassetto fiscale”?

le anomalie evidenziate in sede di trasmissione della dichiarazione sulla base dei controlli telematici tra il modello UNICO 2011 (periodo d’imposta 2010) e GERICO 2011 (periodo d’imposta 2010), come, ad esempio, la discordanza, tra i due modelli citati, del reddito di impresa o di alcune voci di costo;

gli inviti a presentare il modello degli studi di settore, relativo al periodo d’imposta 2010, trasmessi ai contribuenti che risultano non averlo validamente inviato;

le comunicazioni delle anomalie presenti nei dati degli studi di settore compilati per il periodo di imposta 2010, inviate nel 2012 ai contribuenti tramite raccomandata od agli intermediari tramite il canale Entratel; esse possono riguardare, ad esempio, scostamenti non spiegabili fra i dati di dichiarazioni successive oppure ingiustificate omissioni di dati e valori contabili, etc.

le risposte, osservazioni e chiarimenti trasmessi dai contribuenti utilizzando l’apposita procedura informatica presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. In tal modo, i contribuenti potranno verificare in tempo reale le anomalie rilevate dal Fisco e quindi prepararsi meglio all’eventuale, futuro, contraddittorio, oppure presentare per tempo dichiarazioni integrative o correttive, o ancora verificare le dichiarazioni in corso di elaborazione per evitare i medesimi errori.

Come si accede al “cassetto fiscale”?

Il servizio è disponibile per gli utenti di Fisconline, e per quelli Entratel. Occorre, se non si è già abilitati, richiedere il pin e la password di accesso ai servizi online dell’Agenzia. Una volta entrati nel Cassetto è sufficiente selezionare dal  menu a sinistra la voce “Studi di settore”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale