di


Impermeabilità, focus formativo dell’Associazione gioiellieri di Trapani

Orologi e impermeabilità, un seminario a Mazara del Vallo ha esaminato le problematiche principali del contatto con l’acqua. L’appuntamento – terzo di un ciclo formativo molto articolato – è stato organizzato dall’Associazione Orafi e Gioiellieri di Trapani in collaborazione con la Federazione Nazionale Dettaglianti Orafi-Confcommercio.

Buona la partecipazione degli operatori, che hanno assistito all’intervento di Andrea D’Ales, orologiaio riparatore in Trapani (terza generazione di una famiglia trapanese di orologiai). “L’Orologio e l’acqua – Interpretare in modo corretto l’utilizzo di un orologio a contatto con l’acqua”, questo il tema dell’incontro che ha riunito nella sede Confcommercio di Mazara del Vallo molti gioiellieri e orologiai della provincia. Le problematiche relative all’utilizzo e alle potenzialità dei segnatempo sono molto sentite dalla categoria, ma anche dall’utente finale: il seminario era volto a condividere le informazioni utili al gioielliere nella sua comunicazione con il cliente, attraverso le indicazioni sulla capacità del singolo prodotto di affrontare l’umidità ed il contatto con l’acqua.

“Nell’incontro di oggi abbiamo trattato un argomento che ci tocca tutti – ha commentato Danilo Gianformaggio, presidente dell’Associazione Orafi e Gioiellieri di Trapani -, perché oggi giorno nasce l’esigenza di approfondire le tematiche di tutti i settori merceologici presenti all’interno dei nostri negozi affinché il ruolo del gioielliere sia riconosciuto e apprezzato come modello di alta professionalità”.

Da sinistra, Andrea D' ales, Danilo Gianformaggio e Alberto Soldano

da sinistra Mario Foraci, Andrea D'Ales, Danilo Gianformaggio e Francesco Laudicina


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *