di


Ilgiz Fazulzyanov. Creazioni uniche come opere d’arte

I suoi smalti a fuoco sono come le esecuzioni di Paganini: pezzi unici. Ilgiz Fazulzyanov, conosciuto come Ilgiz F, li produce nella terra dove un secolo fa vedevano la luce le uova di Fabergé, con una tecnica che, come spiega l’orafo russo, richiama proprio quella utilizzata dal gioielliere degli zar.

Nato a Zelenodolsk vicino a Kazan 49 anni fa, Ilgiz ha studiato arte, arrivando in un secondo tempo alla gioielleria e, in particolare, agli smalti. Un retroterra culturale che ha influenzato il suo modo di creare e che l’ha portato a livelli stilistici e tecnici altissimi, tanto da essere nel 2016 l’unico gioielliere russo, dopo Fabergé, ad avere una propria mostra personale ospitata al museo del Cremlino.

«Quando ho iniziato a creare gioielli – spiega – mi sono reso conto di aver bisogno di più colore e che le sole pietre non potevano darmelo. Mi servivano tecniche diverse, così sono arrivato agli smalti. Per me l’oro è come il foglio per un artista e gli smalti sono i colori. Nei miei pezzi mischio diverse tecniche, la scultura, la pittura, gli smalti, tutti nello stesso gioiello».

Proprio negli smalti la sua particolarità è la temperatura che utilizza: 970 gradi invece degli usuali 800.

È una tecnica già usata da altri, tra cui Fabergé. A quella temperatura smalto e oro si fondono assieme e il colore diventa indistruttibile, può durare per sempre.

Lei crea solo pezzi unici, perché?

Ho realizzato anche alcune collezioni, ma ho smesso perché come gli artisti danno vita a lavori sempre diversi, voglio che anche i miei gioielli lo siano. Anche quando qualcuno mi chiede di replicare un pezzo che ha visto indossato, inserisco sempre qualche elemento nuovo. E comunque è praticamente impossibile ripetere lo stesso pezzo utilizzando smalti a temperature così alte.

Trae sempre ispirazione dalla natura, da dove viene questa scelta?

La natura è già perfetta, contiene già tutte le linee che mi servono. Io le riproduco nei miei lavori, come hanno del resto fatto nei secoli gli artisti italiani. Per me è importante anche il contesto, sia temporale che storico. Un anello può ritrarre un fiore in un determinato momento della giornata, come l’alba, ma ci sono anche pezzi che si ispirano all’attualità. I due corvi che lottano sono ad esempio ispirati alla situazione in Siria.

Qual è la sua prossima sfida?

Finora mi sono dedicato ad aspetti della natura minimali, come fiori e animali, adesso vorrei cimentarmi con soggetti più imponenti, come ad esempio le montagne.

Ilgiz- anello verde-min
Ilgiz F.- collana-min
Ilgiz F. Pavone-min
Ilgiz f. Orecchini-min
Ilgiz F. Anello 2-min
Ilgiz F. - anello-min
Ilgiz F- Orecchini 4 -min
Ilgiz F orecchini-min
Ilgiz F orecchini 5 -min
Ilgiz F orecchini 2-min
Ilgiz F orecchini 2 -min
Ilgiz F - Coral-min
Ilgiz F - anello 2-min
Ilgiz F uccello-min
Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *