di


Il Tarì: Speciale Mondo Prezioso / Terza Puntata

Saki quando ci vuole colore

Dopo le collezioni che sembravano ispirate ad uno zingaresco tres chic, adesso Saki ha portato il divertimento degli hula hoop nei suoi gioielli, e come i grandi cerchi che hanno sbancato tra le giovanissime così i suoi bracciali hanno registrato subito il sold out, il tutto esaurito. La forma circolare perfetta e pulita l’ha rivestita di zirconi monocromatici nelle misure large, medium o small e li ha fermati a griffe o incassati proprio nel mezzo quando a prevalere è il metallo, qui anche brunito, che condivide la sua lucentezza con la sequenza dei cristalli.

Sono esuberanti, è vero, ma proprio per questo vanno indossati mettendone tanti insieme per dare risalto ai forti colori che Saki ha scelto tra il blu oceano, il verde menta, il magenta, il bianco, il rosso melograno, il fuxia, l’arancio topazio… a contrasto o in tinta unica, e nelle misure delle pietre diverse tra loro, proprio come i più bravi impilavano numerosissimi gli hula per esibirsi in esercizi spettacolari. Un modello per tutte le donne informalmente eleganti che sanno farli brillare in spiaggia, a sera, in città. Ovviamente il glamour è da completare esclusivamente con gli altri gioielli delle tante proposte Saki.

In scena i bijoux di Mediterraneo

Siete a caccia di novità? Nessun problema, Mediterraneo ci regala il suo stile che non si esaurisce in una stagione ma si presta volentieri a cambiamenti efficaci. Sincero sostenitore dei capricci delle donne, avrà pensato al sole o forse ai rosoni delle antiche cattedrali Gennaro Napoletano quando ha progettato la sua ultima collezione del suo brand che accosta l’argento rodiato a quello rosé negli orecchini e nei ciondoli a cui il traforo regala disegni affascinanti con nel mezzo intagliata l’iniziale del proprio nome o della persona a cui si tiene di più.

Zirconi luminosi delimitano il gioiello entusiasmando il contrasto del bianco e del giallo. Un nuovo modo di vedere il bijou se paragonato alle sue precedenti collezioni che perdono in qualche modo quella spettacolarizzazione che ha caratterizzato in special modo gli anelli. I grandi volumi volutamente qui si ridimensionano perché la bellezza questa volta è affidata alla delicatezza delle nuove figurazioni. Ciondoli pensati per generose scollature e boucle d’oreille da portare liberi dall’invadenza delle chiome, perché il design di questi gioielli è meritevole di uno sguardo più attento.

Jadì Gioielli un classico inedito

Ci sono professioni che non si possono immaginare senza una sincera passione. Cozzolino lo dimostra con progetti ambiziosi che il suo brand Jadì Gioielli lancia confermando l’abilità di designers e maestri orafi che hanno scelto di destinare le loro creazioni ad una fascia di mercato sempre più esigente. Fedele allo stile più classico Cozzolino si spende nella produzione più nobile in oro e diamanti ma è capace di stupire anche con soluzioni davvero inedite come il gioiello estendibile, un pregiato incontro tra ingegneria e fantasia che sboccia in un oggetto completamente innovativo.

Ma di là delle innovazioni resta la classe a far parlare dei suoi gioielli che puntano sempre sulla qualità, come anche i semilavorati. I suoi oggetti si affidano alla semplicità delle linee perché brillano di luce propria. I solitari si esibiscono in accennate evoluzioni, a volte più appariscenti per esaltare sempre ed esclusivamente la luce dei più limpidi diamanti. E quando mette insieme perla dopo perla per creare un desiderabile girocollo, alla chiusure ne aggiunge una di colore grigio, quasi un vezzo nel vezzo perché nella sua semplicità non dimentica che è il particolare a far battere il cuore di un gioiello.

Continua: domani la quarta puntata con i brand I Gioielli del sole, Sar Gioielli, Armonie Gioielli, Omnia by Oro92


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *