di


Il Natale tra le strade italiane del lusso

Da Nord a Sud, le iniziative e gli eventi che animeranno le vie dello shopping del Belpaese

Con l’arrivo di dicembre inizia ufficialmente il countdown al Natale e da Nord a Sud moltiplicano le iniziative e gli eventi dedicati alla ricorrenza più amata dell’anno. Mentre la caccia ai regali prende il via tra le strade dello shopping lungo la nostra Penisola, i comuni e le associazioni delle principali città italiane sono già al lavoro tra luci, alberi e proposte d’intrattenimento volte ad allietare residenti e turisti durante i giorni di festa.

Genova

A inaugurare la stagione natalizia è Genova, con l’accensione delle luminarie il 22 novembre e il tradizionale concerto del Teatro Carlo Felice. «Abbiamo in programma diversi eventi» ha rivelato a Preziosa Magazine Pierpaolo Dell’Acqua, Presidente del Civ Confcommercio Sestiere Carlo Felice. «Tra questi, l’allestimento di una serie di “corner musicali” per le vie del centro che vedranno esibirsi musicisti di vario genere».

VENEZIA

Punta su installazioni luminose e intrattenimento musicale anche la città di Venezia. Piazza San Marco si vestirà di luce a partire dal 29 novembre, ma in calendario per la stessa giornata c’è anche il concerto-spettacolo che vedrà protagoniste le formazioni corali dei Vocal Skyline e della Big Vocal Orchestra, per un totale di 200 voci.

«A questo primo concerto faranno poi seguito quelli del 7 e 28 dicembre» ha spiegato Claudio Vernier, Presidente dell’Associazione Piazza San Marco. «Grazie alla collaborazione del Comune di Venezia e di Blachere Illumination Italia abbiamo inoltre esteso l’impianto luci: le luminarie andranno a coprire un’area molto vasta, da Campo Santa Maria del Giglio a Piazza San Marco, fino al Ponte di Rialto, e resteranno accese fino alla fine di Febbraio 2020, in concomitanza con il Carnevale. Stiamo lavorando e investendo molto per poter coinvolgere al massimo i cittadini e i turisti che visitano Venezia».

MILANO

Dalle suggestioni della città sull’acqua alle provocazioni di David Cesaria, in mostra a Milano negli spazi della galleria Area\B fino al 16 gennaio 2020. La sua personale “Jackpop” ispirata alle luminarie salentine – in bilico fra folklore popolare ed estetica neo-pop – è tra gli appuntamenti da non perdere del Natale meneghino, insieme agli eventi a cura del MonteNapoleone District mirati a far conoscere il Quadrilatero della moda non solo come tempio dello shopping e del lifestyle, ma anche come luogo in cui storia, tradizione e creatività si fondono.

 

NAPOLI

E parlando di tradizioni non si può non citare Napoli. A partire dal 20 novembre e fino al 28 febbraio 2020, le vie della città partenopea si trasformeranno in un affascinante reticolo di luci. Protagonista di questa mostra a cielo aperto, il Maestro Lello Esposito, scultore e pittore che da oltre trent’anni pone al centro della sua ricerca il rapporto tra arte contemporanea e tradizione, attraverso la riflessione e la rielaborazione artistica dei simboli della cultura napoletana: Pulcinella, la maschera, l’uovo, il teschio, il vulcano, San Gennaro e il corno, nelle loro varie e possibili declinazioni e metamorfosi. «Un progetto di grande rilancio della città con un testimonial di grandissima levatura, un artista di caratura internazionale. Abbiamo deciso di “illuminare” molto prima del solito, come a Londra, New York e tutte le grandi città Europee» ha dichiarato Carla della Corte, vicepresidente Confcommercio.«Bisogna comprendere che stiamo parlando di un progetto molto importante che può essere da attrattore alla nostra città. Una grande opportunità per Chiaia e per Napoli, la materializzazione di questo progetto, è quasi un sogno, lo abbiamo immaginato, studiato e voluto fortemente» ha aggiunto Roberta Bacarelli, che insieme a Carla della Corte è ideatrice dell’iniziativa.

FIRENZE

Tradizione è anche la parola d’ordine per Giuditta Biscioni, neo presidente dell’Associazione Ponte Vecchio di Firenze. «Il Ponte Vecchio è conosciuto nel mondo come il Ponte dei gioiellieri e degli orefici. Il nostro intento è quello di portare avanti l’heritage e le tecniche secolari tramandate di generazione in generazione, sostenendo e incoraggiando i nostri giovani artigiani, custodi odierni del Made in Tuscany. È su di loro che fanno focus le iniziative legate al Natale 2019: la consueta illuminazione farà infatti da cornice alla presentazione di una nuova realtà fiorentina specializzata nella realizzazione di un particolare prodotto di nicchia».

 

BOLOGNA

Risalendo nuovamente lo stivale approdiamo a Bologna e più precisamente nel polo del fashion luxury petroniano, la Galleria Cavour. Con le sue trenta boutique monomarca, resta una meta privilegiata per lo shopping di Natale oltre che per il turismo di lusso proveniente da tutto il mondo. «Il periodo natalizio è estremamente importante per le boutique di Galleria Cavour, nel corso del mese di dicembre sono stati infatti più di 300.000 gli accessi alla Galleria con delle punte giornaliere di 15.000 persone» spiega Maurizio de Vito Piscicelli, responsabile marketing di Galleria Cavour. «Circa un mese prima del Natale è nostra abitudine accendere le illuminazioni natalizie organizzando una serata speciale nella quale si incontrino le proprietà, gli Store Manager e lo staff dei negozi ed i clienti abituali per un brindisi di auguri che segni l’avvio del periodo dello shopping natalizio. L’evento di quest’anno sarà ancora più importante in quanto rappresenta la chiusura dei festeggiamenti per i 60 anni di vita di Galleria Cavour».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dinacci 1280×90