di


Il mondo di Maria Antonietta Mittoni

Mai come nei gioielli di Maria Antonietta Mittoni culture e mondi lontani si intrecciano in un originale sposalizio materico. La magnificenza dell’aquila reale, l’immaginario mondo delle fiabe, la policromia delle murrine veneziane, la tenerezza dei cuccioli, la ferocia felina, la tribalità degli amuleti si sfiorano in uno speciale legame con la natura e le sue creature.

Ogni gioiello racconta una sua storia, porta l’impronta di una vera artista che ama sperimentare, che sa mutare miti, leggende e credenze in cose belle e preziose. I colori dialogano con le forme in un percorso innovativo dove lo stile non conosce confini. Sono la sintesi di una sfrenata fantasia, di una indole avventurosa ed eclettica che fa della terra la sua musa ispiratrice.

Cuoio, pietre dure, corallo, corno sono solo alcune delle materie che plasma e forgia riuscendo ad impregnare anche gli elementi più umili di un valore atipico che travalica la rarità. Squisitamente divertenti ed originali i suoi ciondoli, le sue catene, i suo anelli si arricchiscono di fisionomie sempre nuove oltrepassando il più comune concetto di bello. Forme classiche che perdono la loro identità per mutarsi in piccole opere d’arte che profumano di esotico e di innocenza, di unico e di chic.

La Mittoni sa rendere inconsueta e frivola finanche una penna mimetizzandola con l’imperfetta striatura del bianco e nero delle zebre o maculandola con le tonalità più calde del manto di un ghepardo. Audacia e raffinato senso del gusto guidano la sua mano in un galoppo irreale per rubare a mari e terre, a creature vere ed immaginarie un’emozione da indossare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *