di


Il lusso incontra il cinema, l’arte e la cultura

Binomio lusso-cultura, i grandi brand dell’orologeria scelgono ancora il sostegno dei grandi eventi e delle iniziative artistiche.

Se Glashutte è stato partner ufficiale (e lo sarà fino al 2013) del Festival internazionale del cinema di Berlino da poco conclusosi, Eberhard & Co. ha contribuito come sponsor al restauro di volumi appartenenti agli archivi di Stato che contengono importanti notizie sulla vita e le opere di Caravaggio.

Opere che saranno in mostra durante l’esposizione “Caravaggio a Roma. Una vita dal vero”, fino al 15 maggio 2011 presso gli Archivi di Sato in Sant’Ivo alla Sapienza a Roma.

Il mondo del cinema, cui parallelamente la manifattura Glashutte Original ha accostato la presentazione del nuovo Gran Data Seventies che, come si deduce dal nome, è ispirato agli anni ’70 (Calibro 39-47 a ricarica automatica, quadrante nei colori argentè, Rutenio o blu; la Gran Data è posta al centro ed è incorniciata da indici applicati e sfere in oro bianco o rosa), è da sempre visto dai grandi marchi come opportunità di investimento e di lancio della propria immagine.

Lo ha fatto anche Jaeger Le Coultre, che ha voluto “vestire” l’attrice Diane Kruger, alla Berlinale per presentare il suo ultimo film “Unknown – Senza identità”, con un Grande Reverso Lady Ultra Thin in oro rosa. Antica, peraltro, la passione dell’artista per il brand: ha raccontato, infatti, di aver ricevuto in regalo dalla madre un Reverso per i suoi 18 anni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *