di


Il gioiello indiano volge lo sguardo verso le Americhe

L’India Gem & Jewellery Export Promotion Council lancia una campagna di sviluppo e promozione negli Stati Uniti, in Canada e in Sud America

Guarda alle Americhe il Gem & Jewellery Export Promotion Council indiano: è stata lanciata, infatti, una campagna promozionale e di sviluppo rivolta a Stati Uniti, Canada e Sud America. Lo scopo della campagna è quello di rafforzare ed espandere gli sforzi di sviluppo del business e costruire relazioni di fiducia tra le imprese indiane del settore e le loro controparti nei principali mercati americani.

Nel 2013, infatti, l’export di gemme e gioielli verso gli Stati Uniti è arrivato a quota 4,79 miliardi di dollari, +13% rispetto al 2012 (4,03 miliardi). Si comincia con una serie di Business Development Conferences per creare un contatto diretto tra il GJEPC e i colleghi americani: la prima è in calendario terrà a Chicago, Illinois, dal 5 all’8 settembre, e coinvolgerà 15-20 produttori indiani e altrettanti operatori statunitensi.

Successivamente, i gruppi di lavoro si confronteranno sullo sviluppo di “buone pratiche” dirette a una rapida evoluzione aziendale. Il terzo passo è quello di creare un ambiente comune che rafforzi costantemente le relazioni fornitore / cliente con riunioni ed eventi sociali volti a creare nuove idee e generare ancora più forti partnership commerciali.

“Sappiamo che i mercati Usa, Canada e Sud America sono importanti come pochi altri per il nostro settore di gemme e gioielli – ha detto Vipul Shah, presidente GJEPC (nella foto a sinistra)-. L’India è una delle destinazioni principali per l’importazione e l’approvvigionamento di queste regioni. Non vediamo l’ora di incontrare i nostri colleghi dalle Americhe per parlare di tutti gli aspetti del commercio di  gemme e gioielli e di come possiamo  lavorare meglio insieme per il maggiore successo di tutti”.

“Le comunità d’affari indiane sono tra le apripista rispetto alle pratiche commerciali etiche attraverso varie attività di Corporate Social Responsibility per sostenere cause sociali, tra cui l’adozione di Politica ‘No Child Labour’ – ha proseguito Shah -. Il GJEPC, attraverso il suo consolidato network ed essendo membro del Kimberley Process assicura che i diamanti oggetto del commercio sono conflict free”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *