di


Il gioiello d’autore italiano protagonista in Perù

Lima, la mostra “Arte para lucir” ospita opere di artisti del 20esimo secolo

Si sposta a Lima, in Perù, il gioiello d’autore italiano. Da qualche giorno e fino al 22 giugno, si tiene la mostra “Arte para lucir”: design italiano e oreficeria con una esposizione dedicata ai preziosi ideati e disegnati da alcuni dei più grandi maestri contemporanei, da Arnaldo Pomodoro a Consagra e Fontana. Organizzata dall’Istituto italiano di cultura della capitale del Perù in collaborazione con il museo Pedro de Osma (nella foto, la sfilata organizzata dalla struttura museale più prestigiosa della capitale peruviana) e la Fondazione Sartirana di Pavia, ospita creazioni di maestri orafi, ma anche piccole sculture e opere di grafica realizzate dagli stessi artisti.

All’inaugurazione ha preso parte anche l‘ambasciatore italiano Guglielmo Ardizzone, insieme a rappresentanti delle istituzioni, dell’imprenditoria e del mondo della cultura. “Il connubio tra arte, moda e gioielli – ha dichiarato il diplomatico – dice molto della cultura e della vita italiana, dal momento che da secoli questi sono importanti elementi che connotano il nostro Paese quale centro del gusto e dell’esperienza estetica piu’ raffinata”.

I gioielli in mostra sono stati progettati tra la metà del secolo e i giorni nostri da grandi artisti italiani, tra i quali grandi pittori e scultori del 20esimo secolo, come Arnaldo Pomodoro, Fausto Melotti, Emilio Scanavino e Pietro Consagra. L’esposizione mette in evidenza la creatività di questi artisti, che, attraverso la sperimentazione di nuovi materiali talvolta insoliti, hanno sviluppato proposte innovative per creare vere e proprie opere d’arte.

“Il fascino di questi oggetti reinterpretati da artisti di una grande stagione dell’arte italiana – ha proseguito l’ambasciatore italiano – risiede nella straordinaria creatività attraverso la quale essi sono riusciti a coniugare il rigore compositivo allo studio di nuovi materiali per dare vita ad opere d’arte che meritano di essere apprezzate nella sua originalità e bellezza in Perù, un paese che nel corso della sua lunga storia artistica e culturale ha fatto del suo ricco patrimonio artigianale – che è riuscito a raggiungere picchi di alta qualità nella produzione di oggetti in argento e oro – una testimonianza importante della sua alta levatura culturale.

“La mostra presenta opere d’arte orafa realizzate tra il 1950 e il 2000 da Arnaldo e Giò Pomodoro, Pietro Consagra, Fausto Melotti, Giuseppe Uncini, Paolo Spalla e molti altri”, ha detto il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Lima, Renato Poma.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *