di


Il gioiello dalla Magna Graecia a oggi, Michele Affidato in mostra

A Crotone dal 28 aprile “Percorsi di una storia preziosa”: in vetrina pezzi unici del maestro orafo, molti dei quali creati appositamente per l’esposizione

Affidato conferenza mostra

“Percorsi di una storia preziosa – L’evoluzione del gioiello dalla Magna Graecia ai nostri giorni” è il nome della mostra che tra pochi giorni aprirà i battenti a Crotone, costruita e progettata intorno ai gioielli del maestro orafo Michele Affidato. L’esposizione, realizzata in collaborazione con il museo Archeologico Nazionale di Crotone (dove avrà luogo) ed il Consorzio Jobel, si fonda sul dialogo tra le creazioni dell’orafo crotonese (nella foto d’apertura a destra, durante la presentazione della mostra, con Santo Vazzano, presidente di Jobel, e Gregorio Aversa, direttore del Museo Archeologico Nazionale) e i preziosi reperti del Museo, tra cui il Diadema Aureo di Hera Lacinia, l’Askos, la Barchetta Nuragica, la Gorgone Alata.

Vernissage in calendario il 28 aprile alle 17.30: la mostra resterà aperta al pubblico per tutto il mese di maggio nel Museo Archeologico Nazionale di Crotone e metterà in vetrina le creazioni orafe del maestro orafo esposte accostate ai reperti del Museo“Sono felice di aver offerto il mio contributo in questa collaborazione – racconta Michele Affidato -. Quella che esercito è un’arte antica, elaborata con sensibilità moderna, tenendo bene in mente insegnamenti e tradizioni lontane di secoli, arricchite da esperienze personali. Coniugando il passato ed il presente e proiettandosi nel futuro, si realizzano gioielli in cui l’antica tradizione Magno-Greca e Bizantina si coniuga verso linee più moderne”.

I gioielli che saranno esposti rappresentano diverse creazioni che nel corso degli anni l’orafo crotonese ha realizzato, arricchite da alcuni gioielli creati appositamente per questo evento: tra i tanti, un collier con pendente ispirato alla tradizione delle donne più belle dell’antichità cosi come rappresentate dal pittore Zeusi ed un collier pettorale da cerimoniale, realizzato in stile Bizantino. La mostra, inserita anche nel calendario delle feste Mariane, resterà aperta al pubblico fino al 31 maggio.

Affidato, il Museo Archeologico Nazionale ed il Consorzio Jobel promuoveranno, inoltre, il prossimo 13 maggio, alle 17.00, sempre nelle sale del museo, il convegno dal titolo “Arte, storia e legalità” al quale parteciperà come relatore anche il magistrato Nicola Gratteri. Tra gli interventi in programma anche quelli di Gregorio Aversa, direttore del Museo Archeologico Nazionale, del maestro orafo Michele Affidato e di Santo Vazzano, presidente di Jobel.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *