di


Il Consorzio Corallo Sciacca alla conquista dei mercati esteri (e non solo)

Nato tre mesi il sodalizio, che per ora unisce cinque aziende, ha già raccolto consensi in Estremo Oriente e a breve si presenterà al comparto italiano

È nato soltanto tre mesi fa e ha già fatto il suo ingresso ufficiale nei mercati esteri: il Consorzio Corallo Sciacca, partito naturalmente dalla Sicilia, ha fatto incetta di consensi in Estremo Oriente e a breve si presenterà al mercato italiano nei prossimi appuntamenti fieristici. Cinque aziende e laboratori siciliani – Oro di Sciacca, G&M Gioielli Caruana, Nocito, Sabrina Orafa in Sciacca e Maurizio Alfeo Orafo – si sono associati per salvaguardare e valorizzare l’eccellenza dell’artigianato locale che trova la sua massima espressione nell’arte antica della lavorazione del corallo.

Un’arte tramandata di generazione in generazione nella città di Sciacca, indissolubilmente legata alla storia dell’isola Ferdinandea, chiamata anche “l’isola che non c’è” per la sua origine eccezionale. Emersa nel 1831 dalle profondità del canale di Sicilia, tra Pantelleria e Sciacca, attirò le mire delle potenze straniere ma solo un anno più tardi, nel 1832, sprofondò negli abissi e scomparve. Sull’isola vulcanica sommersa si sviluppò nel tempo un giacimento corallino, scoperto molti anni dopo, nel 1875, dai pescatori di Sciacca. Il corallo che nacque negli abissi del Mar Mediterraneo gode di qualità uniche al mondo: è composto da rami affusolati dalle dimensioni relativamente contenute e si tinge delle sfumature più chiare del rosa salmone fino alle più intense scurendosi anche fino al nero del corallo fossile e presentando a volte delle macchie di giallo.

Oggi la sicilianità e il made in Italy trovano negli artigiani corallari di Sciacca, naturali destinatari della straordinaria storia della città, una interpretazione internazionale. I gioielli in corallo Sciacca hanno incantato i buyers internazionali riuniti all’International Jewellery di Tokyo, la più grande vetrina del gioiello dell’Estremo Oriente. Tra i programmi del prossimo futuro, dialogare con il mercato italiano attraverso gli appuntamenti fieristici nazionali.


2 commenti

  1. anna virginia vincenzoni says:

    i coralli sono meravigliosi, le lavorazioni straordinarie


  2. ISABELLA says:

    AMO IL CORALLO E SOPRATTUTTO IL CORALLO SCIACCA. COMPLIMENTI!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *