di


IEG, domani l’Assemblea dei soci. Prime voci su conferme e addii

A inizio mese le dimissioni della maggioranza del Cda: indiscrezioni parlano di una conferma di Matteo Marzotto, ma si parla dell’uscita del dg Facco

Vicenzaoro-min

Si terrà domani a Rimini l’Assemblea dei soci di IEGItalian Exhibition Group, all’indomani delle dimissioni della maggioranza rassegnate a inizio aprile da sei consiglieri su nove (sei dei sette componenti riminesi del Cda: il presidente Lorenzo Cagnoni e i consiglieri  Barbara Bonfiglioli, Daniela Della Rosa, Maurizio Renzo Ermeti, Lucio Gobbi e Catia Guerrini).

IEG_Lorenzo cagnoni-min
Lorenzo Cagnoni

E mentre si attende l’assemblea in calendario domani – che all’ordine del giorno presenta anche l’approvazione del bilancio d’esercizio 2017 e la distribuzione dei dividendi – si iniziano a diffondere le prime indiscrezioni su conferme e addii.

Sembra infatti – secondo quanto riportato dal sito vvox che fa riferimento a un articolo del Giornale di Vicenza di lunedì – che resterà in Cda con la carica di vicepresidente Matteo Marzotto, mentre Luigi Dalla Via, ex sindaco di Schio, dovrebbe essere sostituito dall’assessore alle partecipate del Comune di Vicenza Michela Cavalieri.

L’eventuale ufficializzazione sarà resa nota domani, dopo l’assemblea che deciderà anche il nome del nuovo amministratore delegato designato dai soci riminesi (ai vicentini  spetta infatti, secondo gli accordi, la nomina di due membri del Cda di cui uno con ruolo di vicepresidente).

IEG_dg Corrado Facco-min
Corrado Facco

Proprio la nomina di quest’ultima figura potrebbe modificare l’assetto complessivo della governance, causando la fuoriuscita da IEG dell’attuale direttore generale Corrado Facco, che vedrebbe il proprio ruolo ridimensionato a un incarico meramente esecutivo.  Le dimissioni della maggioranza del Cda erano avvenute con un anno di anticipo rispetto alla naturale scadenza del mandato. “Questa decisione è un indubbio atto di responsabilità da parte dei Consiglieri di IEG – si leggeva nella nota diffusa in quei giorni dal Gruppo -. Infatti, apprestandosi a intraprendere il percorso verso il Mercato dei capitali e azionario, IEG intende assicurare agli attuali e futuri azionisti e investitori l’opportuna continuità e stabilità di governance”.

IEG_Matteo Marzotto-min
Matteo Marzotto

In realtà, qualche attrito nella dirigenza c’era stato: nelle ore precedenti alle dimissioni, il vicepresidente Marzotto, di fronte alla delusione di non essere stato invitato – né lui né il direttore Facco – alla conferenza di presentazione dei dati di bilancio, aveva ricordato di avere lui la delega per seguire il processo di quotazione. Immediata la risposta del presidente Cagnoni, che aveva gettato acqua sul fuoco dicendo che in un grande gruppo non potevano esserci sempre opinioni concordanti. Il botta e risposta era stato seguito da un incontro tra Cagnoni e il sindaco di Vicenza Achille Variati, chiusosi con un chiarimento: il primo cittadino aveva infatti condiviso la convinzione dei soci riminesi sull’opportunità di rinnovare il Cda per assicurare al mercato un assetto della governance non in scadenza, in vista della quotazione in Borsa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA