di


IEG, Carniello “La competizione tra player non deve danneggiare i clienti”

Lo spostamento delle date di Baselworld crea un'inutile sovrapposizione con la fiera italiana. Il settore ha bisogno di questo?

Il rinvio di molti appuntamenti fieristici primaverili a causa dell’epidemia di COVID-19, si fa sentire sul comparto della gioielleria e dell’orologeria e c’è da scommetere che anche nell’immediato futuro non smetterà di creare difficoltà agli operatori, che di fatto si troveranno costretti a scegliere tra gli eventi a cui partecipare in funzione soprattutto dei nuovi calendari in programma.

Nei giorno scorsi avevamo annunciato il rinvio della fiera di Basilea che  ha addirittura fatto slittare l’evento a inzio del prossimo anno, dal 28 gennaio al 2 febbraio 2021, come annunciato da Michel Loris-Melikoff, direttore generale di Baselworld. Una scelta che crea non poche difficoltà al settore poichè le date sono quasi in sovrapposizione con la kermesse di VicenzaOro January , che da programma si terrà dal 22 al 27 gennaio 2021. Sulle ricadute di questa decisione e in merito alla complessità del momento attuale abbiamo incontrato Marco Carniello, Direttore Divisione Moda e Gioiello IEG.

Carniello come commenta IEG lo spostamento di date di Baselworld che posizione il salone svizzero a fine gennaio 2021?

Non è mai stata consuetudine della nostra società inoltrarsi in valutazioni sui competitor e non lo faremo nemmeno in questo caso.

Quindi non ci risponde?

Le rispondo così. È oggettivo e ci viene riconosciuto dalle stesse aziende che IEG, con tutte le sue fiere e quindi anche con Vicenzaoro, ha principalmente l’obiettivo di essere al fianco dei suoi clienti, ascoltarli, progettare azioni che ne evidenzino l’eccellenza e quindi il business.

Marco Carniello

Ed è altrettanto oggettivo che spostamenti, tra l’altro ripetuti, o affiancamenti azzardati ai calendari di altri top player rischino di mettere in difficoltà prima di tutto gli espositori, di disorientarli, ridurne le opportunità. Che è l’esatto contrario della nostra mission.  

E la tanto invocata concertazione fieristica internazionale?

Guardi, noi riteniamo che ci siano momenti per una leale, sana e perfino robusta competizione tra player, a patto naturalmente che questa non coinvolga negativamente le aziende. Ma allo stesso modo riteniamo che ci siano momenti di crisi mondiale, come questi, in cui scambi progettuali, accordi ragionevoli all’insegna della tutela dei nostri clienti, capacità di ascolto del mercato, armonizzazione dei calendari internazionali debbano essere la regola che ci guida quotidianamente.

Torniamo a Baselworld, quindi questo spostamento non preoccupa VicenzaOro?

VicenzaOro proseguirà il percorso già intrapreso in questi ultimissimi anni, seguendo un piano di iniziative strategiche che IEG ha definito e condiviso con i suoi clienti, partner, associazioni di riferimento e ICE. A Gennaio 2020 i risultati sono stati molto positivi e visibili a tutti. E che, ciò che più conta, ci sono stati riconosciuti dalle nostre aziende. Ci auguriamo che il contesto sanitario esterno torni presto alla normalità per continuare a crescere insieme ai nostri espositori.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *