di


Ied Roma, i gioielli delle allieve alla mostra Body Worlds

Dal 27 gennaio al 5 marzo in occasione delle sfilate di Altaroma Altamoda l’esposizione alla galleria Set accoglie una collezione di monili legati al corpo

YoonJi Jo, Body Casting
YoonJi Jo, Body Casting

La mostra originale sul corpo umano BODY WORLDS, al SET di via Tirso, si avvia verso la fine della sua permanenza a Roma, in vista di nuove mete nel mondo. Nel muoversi verso la conclusione, l’esposizione accoglie, da domani al 5 febbraio, una collezione di gioielli legati al tema del corpo. Grazie al progetto TRANSCORPUS a cura di Olga Bachschmidt, in occasione delle sfilate capitoline di Altaroma Altamoda il dipartimento di Design del gioiello di IED Moda diventa protagonista con i lavori di tre studentesse: Wang Xuya; Elena Voci e Jo Yoonj.

Incentrate sulla relazione tra il corpo e il gioiello, le opere in mostra focalizzano l’attenzione sui rapporti di contrasto tra la sinuosità delle forme e la rigidità dell’oggetto, la naturalezza e l’artificialità. Wang Xuya espone il suo progetto di tesi Meeting me. Traendo ispirazione dalle proprie radici culturali cinesi e concentrando l’attenzione sui concetti di purezza, nobiltà ed eleganza, la giovane designer ha creato gioielli in bronzo, argento, oro bianco e rosa che avvolgono e riproducono le forme e i profili del corpo.

Elena Voci, Human Tech
Elena Voci, Human Tech

Gli altri due progetti esposti sono stati realizzati all’interno del corso di Progettazione del Gioiello Sperimentale. Elena Voci espone Human Tech: l’armatura e l’interazione fra umano e robotico. Fonte di ispirazione è da un lato l’ingegneria e dall’altro l’essere umano nella sua essenza principale, il cuore, organo vitale, connesso idealmente anche al sentimento. Nell’antitesi uomo-robot, Elena ha mostrato come i due elementi possano fondersi in un gioiello, combinando l’anima robotica, la scheda madre e il metallo.

Jo Yoonji presenta Body Casting, un progetto che nasce da uno studio attento delle forme del corpo e crea dei gioielli ad esso perfettamente aderenti che ne riproducono le curve. Come un’armatura, l’oro rigido avvolge e costringe mentre la flessuosità delle perle crea armonie sinuose.

Yuxia Wang, Meeting me
Yuxia Wang, Meeting me

 

Yuxia Wang, Meeting me

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *