di


IDE, una campagna a sostegno del diamante naturale

Per poter scegliere con serenità c’è bisogno unicamente di chiarezza e di onestà

Se un diamante sintetico potrà essere un buon investimento saranno i posteri a stabilirlo, per adesso si fa forte di una certa eticità essendo di ‘laboratorio’ e per questo, forse, meno impattante sull’ambiente. Ma mettendo sulla bilancia i forse e i chissà, l’incertezza prevale e la scelta rimane molto soggettiva dividendo chi lo compra per la rarità, non sottovalutando quelle piccole imperfezioni o inclusioni che ne garantiscono la genuinità e il valore futuro, e chi invece lo acquista unicamente per il gusto di apparire, per esibire una bella pietra ma senza personalità, perfetta a dispetto della scala di classificazione GIA (ma sarà mai rivendibile?). Tali argomentazioni sollevano ben altre problematiche a livello mondiale tant’è che The Israel Diamond Exchange (IDE), in collaborazione con la World Federation of Diamond Bourses (WFDB), è sempre più decisa a portare avanti la campagna internazionale “We Love Natural Diamonds” e ieri, 24 settembre 2019, a Dubai, alla World Federation of Diamond Bourses Presidents Meeting, è stato presentato il terzo video della IDE dal presidente del WFDB Ernie Blom, che ha citato la campagna come modello da adottare per mostrare e diffondere il valore dei diamanti naturali rispetto alle pietre coltivate – differenze significative che si contano in miliardi di anni e in una bellezza eterna che una fabbrica non potrà mai riprodurre. Il presidente dell’IDE Yoram Dvash ha dichiarato: “I nostri incessanti sforzi per promuovere il valore e l’immagine dei diamanti naturali in tutto il mondo sono stati ben accolti e abbiamo quindi deciso di continuare questa campagna. Questo video dimostra l’unicità del diamante naturale, creato nel corso di milioni di anni da Madre Natura, che non può essere ‘copiato’ in laboratorio.”
IDE continuerà a divulgare i video, che hanno già ricevuto centinaia di migliaia di visualizzazioni, di mi piace e di condivisioni, attraverso una sofisticata campagna di marketing sui social media e attraverso i membri del WFDB in tutto il mondo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dinacci 1280×90