di


I primi dieci anni di Luciano Capossela

Un decennale denso di tappe importanti e di meritati riconoscimenti nazionali ed internazionali (tra i più recenti, il “Premio del Pubblico” a Cassano d’Adda come 1° classificato al IV Salone Internazionale del Gioiello d’Arte, che sarà festeggiato il 6 dicembre 2018, a dieci anni esatti dall’inizio del suo percorso nel settore dell’arte orafa.


Luciano Capossela - Alla Madre della Patria (2011)-min


Luciano Capossela, tra i creativi più intraprendenti nel panorama del gioiello artistico, mette con orgoglio un primo punto alla sua carriera di eccentrico visionario, designer spiazzante in quanto innovativo e precursore di tendenze, narratore di sussulti. Ogni suo gioiello, che sia di impronta storica, come “Alla Madre della Patria”, o che guardi alla musica, come “La mia Aida” (realizzato per Katia Ricciarelli), oppure destinato a sancire un nuovo mood, come il Papillon Gioiello, ha interpretazioni complesse ed affascinanti, un backstage da indagare fin nei minimi dettagli, originati dalla tecnica della fusione a cera persa, ispirandosi all’arte etrusca.


Papillon Gioiello - Bijorhca settmnre 2018 Luciano Capossela-min


I suoi altorilievi in oro 18 kt su ceramica smaltata e policromata sono il risultato di una fatica concettuale possente, lui è scultore d’emozioni e pone fine a ciascuna opera non prima di essersi accertato che possieda un’anima. Lo pretende anche quando è direttamente il cliente a commissionargli il gioiello, che quindi può essere personalizzato per soddisfare qualsiasi esigenza.


Luciano Capossela - La mia Aida (2009)-min


Nella sua Bottega Orafa a Calitri, nella provincia avellinese, è tutto pronto per celebrare il decennale nel migliore dei modi, mentre l’artista-scultore è già proiettato in avanti, verso un futuro prossimo che promette traguardi ancora più lusinghieri.

www.lucianocapossela.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale