di


I giovani americani non hanno dubbi: è Milano la capitale mondiale del fashion

Un sondaggio della Fondazione Italia Usa svela che gli studenti d’oltreoceano associano il Belpaese a moda, cibo e vino

Se dici Italia a un giovane americano dici moda, vino e cibo. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dalla Fondazione Italia Usa in collaborazione con la Loyola University Chicago. Lo studio, “L’italia secondo i giovani americani”, è stato presentato ieri presso la Camera dei Deputati e ha coinvolto circa 850 giovani studenti statunitensi. Il Belpaese resta dunque attraente e la maggior parte dei ragazzi d’oltreoceano continua a considerarlo la patria dell’abbigliamento di classe e del buon bere, oltre che del buon cibo.

Tra i partecipanti (per lo più donne) che hanno fatto viaggi all’estero (il 69 per cento del totale) il 55 per cento è stato almeno una volta in Italia; tra coloro che invece non vi hanno mai fatto visita, il 97,12 per cento vorrebbe andarci. Il sondaggio si articola secondo 44 domande che spaziano dalla musica al cinema, dal turismo fino all’attrattività del paese dopo il caso di Amanda Knox, la studentessa americana che ha vissuto in Italia per motivi di studio e fu sottoposta a processo per l’omicidio di un’altra studentessa (la Cassazione ha annullato la sentenza di assoluzione ed è tutto da rifare).

Alla domanda ‘Quali fattori credi che possano attrarre uno studente americano in Italia?’ le risposte principali sono state così formulate: cibo (28,77%), diversità culturale (21,74%), moda italiana (10,88%); la qualità della vita del Belpaese attrae solo il 6,39% degli intervistati. Resiste il mito di pizza e spaghetti: sono questi i piatti più popolari nell’immaginario collettivo americano (rispettivamente il 39,41% e il 32,68%). Su quale sia considerato il paese che produce il miglior vino, Italia batte Francia con il 49,22% contro il 26,74%.

Interessante la domanda che riguarda l’opinione degli intervistati su quale sia la capitale mondiale del fashion: Milano è prima con il 46,33% delle preferenze, seguita da Parigi (39,14%); pochi associano la moda a New York (8,16%).

Sulla nazione da scegliere in caso di trasferimento all’estero, il 18,04% non ha dubbi: sceglierebbe proprio l’Italia. Solo la Gran Bretagna attrae di più (26,12%), probabilmente anche per una questione linguistica. Inoltre, più della metà degli intervistati (54,87%) ritiene che l’Italia non faccia abbastanza per promuovere la propria immagine negli Stati Uniti. Internet resta lo strumento principale per informarsi sul Belpaese (51,41%), seguito dal ‘passaparola’ di familiari e amici (20,12%) e dalla tv (19,68%).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *